La nuova puntata di Racconti Palianesi: Qual è il nesso che collega Lepanto, Marcantonio Colonna e Paliano?

Marcantonio Colonna fu principe di Paliano negli anni del famoso scontro tra i Turchi e il mondo cristiano, ma, contrariamente a quanto si possa pensare, era solo di rado presente, se non di passaggio, nelle nostre terre.

 

Marcantonio Colonna fu principe di Paliano negli anni del famoso scontro tra i Turchi e il mondo cristiano, ma, contrariamente a quanto si possa pensare, era solo di rado presente, se non di passaggio, nelle nostre terre. Nonostante questo, le decisioni calate dall'alto dal suo aristocratico casato avevano una ricaduta diretta sull'amministrazione dei sudditi palianesi, che per lo più erano tutti popolani dediti alle fatiche della terra. Lepanto rappresentò una vicenda gloriosa per Marcantonio Colonna che, a capo della flotta papale, con la Lega Santa sconfisse i Turchi presso il golfo di Corinto. Di questa fortuna il popolo palianese non beneficiò direttamente ai fini di un miglioramento delle condizioni materiali di vita. Della battaglia di Lepanto e dell'accoglienza trionfale che il papa riservò a Marcantonio a Roma, è rimasto a Paliano un piccolo ciclo pittorico che il principe fece dipingere in forma di ricordo privato in una saletta della Fortezza Colonna. Altri dipinti del genere si conservano nel palazzo Colonna di Roma e una volta erano presenti anche nel castello di Avezzano. Successivamente la presenza del principe tra i sudditi di Paliano si fece ancora più sporadica, in quanto fu inviato in Sicilia con la funzione di governatore. Lì si scontrò con innumerevoli problemi e il suo operato fu contestato dai poteri locali. In seguito si recò in Spagna per rendere conto delle sue decisioni prese in Sicilia, ma, una volta giunto lì, morì in circostanze misteriose. Noi di Racconti Palianesi, attraverso le parole del Dott. Maurizio Turriziani, ci siamo soffermati molto sulla figura di Marcantonio Colonna, senza tralasciare tutti i dettagli dello scontro di Lepanto che non fu finalizzato ad una conquista territoriale, ma rappresentò una battuta d’arresto importante per i Turchi nel Mediterraneo e per il mondo cristiano segnò la fine di un incubo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento