rotate-mobile
Cultura

Magic Mike XXL - esce in sala il secondo film sugli stripper con Channing Tatum

Tre anni dopo aver preso una strada diversa dai suoi amici spogliarellisti, Mike realizza che la vita non è andata esattamente come nei suoi sogni. Per un caso più o meno fortuito, incontra i suoi vecchi colleghi che, lasciati da Dallas, sono alla...

Tre anni dopo aver preso una strada diversa dai suoi amici spogliarellisti, Mike realizza che la vita non è andata esattamente come nei suoi sogni. Per un caso più o meno fortuito, incontra i suoi vecchi colleghi che, lasciati da Dallas, sono alla ricerca dell'ultima grande occasione, che sembra essere incarnata dalla convention degli stripper a Myrtle Beach.

Tra vicissitudini, incontri e guai vari, i tre arriveranno a destinazione con l'obiettivo di vincere.

Ci sono film che i registi fanno per divertimento. Alcuni finiscono per fare Skyfall, come Sam Mendes, o un episodio della saga di Harry Potter, come Alfonso Cuaròn, altri, come Steven Soderbergh, noto per fare un blockbuster e un film indipendente all'anno, hanno il loro proprio gruppo di lavoro e con quello realizzano anche il film che è più una prova tecnica piuttosto che una reale nuova fatica cinematografica.

Tre anni fa Soderbergh, probabilmente dopo le riprese di Effetti collaterali, thriller psicanalitico che aveva tra i protagonisti Channing Tatum, si era appassionato alla storia vera del ragazzo, ballerino e stripper ad inizio carriera, arrivato nei cuori e in vetta alle classifiche di incasso negli Stati Uniti grazie alla serie di Step up e 21 Jump street, oltre che agli onori della critica con Foxcatcher.

Al primo Magic Mike si era unito anche Matthew McConaughey, catturato appena prima dell'Oscar per Dallas Buyers Club e della rinascita definitiva come attore vero grazie alla serie tv True detective. La storia era molto semplice: le vicissitudini di un gruppo di spogliarellisti di Tampa, Florida con caratteri e aspettative diverse, tra cui Mike, che cerca di mettere da parte i soldi per avviare la sua impresa di mobili di design. A metà film Mike incontra una ragazza e sembra che il suo destino sia segnato, lontano dai perizomi dei club della Florida.

L'aggancio del seguito parte da qui, ci mostra quello che molti altri film non fanno, ossia cosa succede dopo “..e vissero felici e contenti”. Visto che spesso non è così per sempre.

E infatti Mike torna a fare lo spogliarellista. Da qui il film è assolutamente privo di legami, la storia regge il necessario che serve a collegare una scena di coreografia all'altra, tra quelle indimenticabili, almeno da un punto di vista femminile sono quella ad inizio film e quella nel minimarket, nonostante i Backstreet Boys. Una nota di merito va anche a Jada Pinkett Smith, che raccoglie il ruolo, al femminile di McConaughey.

Magic Mike XXL non vuole essere più di quello che mostra, così come i suoi protagonisti. E' un film nudo, privo di messaggi di redenzione se non quello che la vita e il destino si prendono solitamente gioco di chi crede di averli in pugno.

Il film esce il 24 settembre e vale la pena vederlo tra amiche e dare libero sfogo ai commenti, visto che per una volta gli oggetti sullo schermo sono i maschi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magic Mike XXL - esce in sala il secondo film sugli stripper con Channing Tatum

FrosinoneToday è in caricamento