Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cultura

Montalcino,  il 14 consegnato  il premio Casato Prime Donne all'astrofisica Sandra Savaglio

Insieme a lei saranno premiati i vincitori dei premi "satellite" e sarà inaugurata la scultura di Piero Sbarluzzi che accompagna la dedica della vincitrice a Montalcino.

Insieme a lei saranno premiati i vincitori dei premi "satellite" e sarà inaugurata la scultura di Piero Sbarluzzi che accompagna la dedica della vincitrice a Montalcino.

Sandra Savaglio è la vincitrice del Premio Casato Prime Donne 2014. Simbolo della fuga dei cervelli dall'Italia, è la prima scienziata a dare l'esempio opposto tornando in patria per assumere l'incarico di professore ordinario all'Università della Calabria e domani 14 settembre a Montalcino riceverà il riconoscimento tributatole dalla giuria tutta al femminile del Premio Casato Prime Donne, presieduta da Francesca Cinelli Colombini e composta da Rosy Bindi, Anselma Dell'Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione.

Insieme a lei, una platea di illustri vincitori dei titoli "satellite", tra cui tre big del giornalismo italiano: Anna di Martino, a cui va il Premio "Montalcino la sua storia, la sua arte e il suo vino", Daniele Cernilli, insignito del premio "Io e Montalcino" e Ian D'Agata, uno dei più specializzati giornalisti esteri in campo enologico a cui verrà consegnato il Premio Consorzio del Brunello direttamente dalle mani del Presidente Fabrizio Bindocci. Tra i premiati anche Andrea Rontini, che ha vinto il premio fotografico sul tema "Genti e terre dei vini Brunello e Orcia" con l'immagine Luna a Torrenieri.

Nella giornata dedicata alla Prima Donna 2014, ci sarà spazio anche per l'arte: tra i protagonisti infatti, anche lo stimato scultore toscano Piero Sbarluzzi, ovvero colui che ha realizzato in esclusiva la scultura in terracotta che verrà installata al fianco della dedica della vincitrice a Montalcino nel percorso meditativo dalla cantina ai vigneti di Brunello in cui ogni Prima Donna ha lasciato un pensiero scolpito su un cippo di travertino. Il titolo dell'installazione è "Vita", ed è emblematica del rapporto fra chi lavora nelle vigne e il sole, la stella più vicina e importante per la produzione dei grandi vini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montalcino,  il 14 consegnato  il premio Casato Prime Donne all'astrofisica Sandra Savaglio

FrosinoneToday è in caricamento