Monte San Giovanni Campano, al via la trentanovesima edizione del festival delle Città Medievali

La kermesse di musica classica e lirica, promossa dall’associazione Ernico-Simbruina e reduce dallo straordinario successo dello scorso anno, prende il via sabato 20 alle 21,15 in piazza Marconi, nel comune ciociaro, con «Notte di tango e di passione

Si apre oggi a Monte San Giovanni Campano (Frosinone) la trentanovesima edizione del festival delle Città Medievali, che andrà avanti per due mesi. La kermesse di musica classica e lirica, promossa dall’associazione Ernico-Simbruina e reduce dallo straordinario successo dello scorso anno, prende il via sabato 20 alle 21,15 in piazza Marconi, nel comune ciociaro, con «Notte di tango e di passione. Dagli albori al successo». Protagonisti dell’attesa serata inaugurale sarà il Duo Gardel (pianoforte e fisarmonica),che accompagnerà i ballerini Maria Victoria Fuentes e Lucas Galera. Un inizio in grande stileper una stagione musicale che si annuncia, ancora una volta, di altissimo livello tra la Ciociaria e la provincia di Roma, grazie alla partecipazione di artisti di assoluto rilievo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E sempre a Monte San Giovanni Campano domenica21 (stesso luogo e orario) arriverà l’orchestra da Camera di Roma,diretta da Vincenzo Mariozzi, per un appuntamento tutto dedicato alla musica del grande cinema italiano: in locandina brani di Rota, Morricone, Trovajoli, Piovani e Ortolani. Il festival delle «Città Medievali», una delle manifestazioni di punta dell’estate nella regione Lazio, quest’anno toccherà otto comuni (Affile, Anagni, Arcinazzo Romano, Ferentino, Filettino, Fumone, Monte s. Giovanni Campano e Roccaseccatra il Frusinate e l’alta Valle Aniene, in provincia di Roma, entrando in luoghi di indubbio fascino come, ad esempio, il Castello Longhi De Paolis di Fumone e la Villa di Traiano agli Altipiani di Arcinazzo, sito di notevole interesse culturale dove gli spettacoli richiamano sempre un pubblico numeroso.«Si è cercato – dice il direttore artistico Vincenzo Mariozzi - di seguire una linea di giusto equilibrio, sempre nel rispetto della qualità, considerando la difficoltà sempre maggiore di promuovere una parte del patrimonio culturale che, pur appartenendo a tutti, rischia, ogni giorno di più, di scomparire per noncuranza e per la costante perdita di consapevolezza del suo grande valore»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento