Monterotondo, musica e solidarietà, concerto della Fanfara della Polizia di Stato

Grande successo quello del concerto della Fanfara della Polizia di Stato, che ieri si è esibita presso il Duomo di Monterotondo, per una raccolta fondi a sostegno dei progetti della casa famiglia “Domus”.

Grande successo quello del concerto della Fanfara della Polizia di Stato, che ieri si è esibita presso il Duomo di Monterotondo, per una raccolta fondi a sostegno dei progetti della casa famiglia “Domus”.

L’evento, organizzato dalla Cooperativa “Il Tamburo”, con il patrocinio del Comune e la collaborazione del parroco Don Pedro Barzan, ha portato alla raccolta di circa 1.800 euro. Tante le persone presenti, liete di dare il proprio contributo. Nelle prime file gli operatori e gli ospiti della casa famiglia e le Autorità civili e militari.

Il parroco Don Pedro ha ringraziato gli organizzatori e tutti i presenti, ricordando il senso del titolo: “Il pane quotidiano è l’espressione centrale della preghiera del Padre Nostro. Queste iniziative sono segno di una comunità sempre più generosa”.

Circa cinquanta elementi si sono esibiti in un repertorio moderno, guidati dal Maestro Domenico Lanzara.

Iniziando con il “Concert Prelude” di Philip Sparke, passando poi ai ritmi più caldi del “El Camino Real” di Alfred Reed, alle note di “Queen’s Park Melody” di Jacob de Haan, fino alle musiche del musical “Il fantasma dell’Opera” di Andrew Lloyd Webber.

L’intermezzo dell’opera “La Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni ha anticipato il finale del secondo atto dell’ “Aida” di Giuseppe Verdi, quando il pubblico non ha più contenuto l’entusiasmo.

Il concerto si è concluso con la marcia d’ordinanza della Polizia di Stato e l’Inno di Mameli. Il Presidente della Cooperativa “Il Tamburo” Lucia Bellini, emozionata e commossa, ha espresso grande gratitudine per la realizzazione del sogno di “condividere la musica”, arte alla base dell’Ass. “Il Tamburo onlus”: “È stato un concerto intenso, pieno di coinvolgimento, di entusiasmi e piacevoli sorprese”.

A seguire i ringraziamenti sentiti della Dottoressa Lucia Franchini della Questura di Roma, che ha portato i saluti del Questore Nicolò D’angelo, e i ringraziamenti dell’Assessore alla Cultura Riccardo Varone. Presenti anche una rappresentanza della Polizia Locale, dell’Arma dei Carabinieri e della Protezione Civile di Monterotondo.

Per i video dell'evento si ringrazia Giuseppe Mario Levatino, clicca sui link per vederli: Video1 Video 2 Video 3

Marta Rossi (servizio e foto)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

  • Frosinone ancora una volta sotto i riflettori nazionali a livello enogastronomico: la Rai spiega il "metodo Dolcemascolo"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento