In mostra a Roma le opere di Jago, il moderno Michelangelo

Lo scultore ed artista anagnino a soli 30 anni è riuscito a farsi conoscere per le sue opere ispirate e fuori dal tempo

Jacopo Cardillo, in arte Jago, è un giovane e talentuoso artista di Anagni. Classe 1987 è uno scultore poliedrico ed innovativo che realizza opere evocative ed in grado di arrivare dritte al cuore di chi le guarda. Il marmo dalle sue mani prende vita, una vita che sembrava esserci già prima del suo intervento e che lui ‘libera’ attraverso la sua creatività e sensibilità. La pietra si arrende al suo estro e si plasma al suo volere diventando ciò che era destinata ad essere: una forma artistica.

La sua filosofia artistica

Uno scultore contemporaneo che sembra ripercorrere il pensiero e la strada di Michelangelo nella sua filosofia, tanto che afferma “Tu vedi un blocco, pensa all’immagine: l’immagine è dentro basta soltanto spogliarla”. Senza presunzione e senza paure condivide sui social ogni sua ispirazione ed ogni opera anche prima della sua ultimazione per coinvolgere tutti nel suo processo creativo. Il suo interesse è sempre stato rappresentare la realtà in ogni sua forma e in ogni prospettiva della sua bellezza. Si è sentito parlare di lui soprattutto negli ultimi tempi per le sue opere, perché ha  rappresentato corpi non più giovanissimi ma che sono e restano reali agli occhi di tutti e che prendono vita in tutta la loro maestosa bellezza.

La mostra

Jago sarà protagonista di una mostra a Roma presso il Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese. La sua esposizione intende rappresentare il mondo contemporaneo senza dimenticare il rapporto con la Storia.

Cardine fondamentale delle opere presentate, che vanno dal 2009 a oggi, due ritratti di Papa Benedetto XVI: il primo iniziato quando il pontefice era nel pieno delle sue funzioni (sacrali), il secondo che mostra l’immagine del rappresentante di Dio tornato a essere uomo, Habemus Hominem. Infine la Venere, antica e nuova, vegliarda e fuori dal tempo, i cui segni di tradizionale venustà appaiono cancellati nella ricerca di un diverso tipo di bellezza. Una mostra da non perdere per gli amanti della scultura, per chi vuole emozionarsi. Un vero orgoglio per la sua terra natale e per la Ciociaria. "Il Papa è nudo e si trova a Roma! Mettete una bella X sul calendario!" (Jago)

Dal 16 febbraio al 2 aprile 2018
da martedì a venerdì e festivi ore 10.00 - 16.00 
 (ingresso consentito fino alle 15.30)
Sabato e domenica ore 10.00 - 19.00
 (ingresso consentito fino alle 18.30)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ingresso libero

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, esplode una bomba da guerra in un campo dove bruciavano sterpaglie

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

  • Coronavirus, la storia di Pina, Vigile del Fuoco discontinuo che sta combattendo per la vita

  • Coronavirus, tre carabinieri positivi: uno ha febbre e tosse, due sono asintomatici

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento