Olevano Romano, con la sfilata dei carri si è chiusa la Sagra del Cesanese

Con la sospensione dei fuochi d’artificio, la cui spesa sarà interamente devoluta per i paesi terremotati del Centro Italia, ma soprattutto con  la caratteristica sfilata dei carri si è chiusa la Sagra del Cesanese ad Olevano Romano.

Olevano R.no Sagra del Cesanese 29

Con la sospensione dei fuochi d’artificio, la cui spesa sarà interamente devoluta per i paesi terremotati del Centro Italia, ma soprattutto con la caratteristica sfilata dei carri si è chiusa la Sagra del Cesanese ad Olevano Romano.

Già venerdì scorso prima della cena dei mille, c’era stato un minuto di raccoglimento, con il silenzio fuori ordinanza, suonato dal trombettista della Banda di Olevano Romano, che domenica pomeriggio ha aperto la sfilata dei carri, portando la giusta allegria della festa, che ha visto la città invasa da migliaia e migliaia di persone accorse ad applaudire coloro che mettono a disposizione il loro tempo per realizzare i carri. Ma quest’anno però si è preferito lavorare più sul prodotto, perché alcuni produttori, invece di fare il carro, hanno preferito aprire una fraschetta per far degustare il loro vino.

Una sfilata senza lode e senza infamia che ha comunque fatto divertire il numeroso pubblico arrivato fino ad Olevano Romano per assistere a questo singolare spettacolo che la nuova amministrazione con il sindaco Umberto Quaresima vuole continuare a promuovere. Bella anche la serata del sabato con l'esibizione dell'orchestraccia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giancarlo Flavi (servizio e foto)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento