menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
11131929_10204634328833106_616765452_n

11131929_10204634328833106_616765452_n

Palestrina, al Teatro principe il 17 maggio in scena “L’Opera da Tre Soldi”

Dopo i successi del “Viaggio di Capitan Fracassa”, lo spettacolo itinerante andato in scena nei comuni della nostra provincia durante la scorsa stagione, il progetto “La città va in scena”, prosegue la sua attività  di studio e sperimentazione con...

Dopo i successi del "Viaggio di Capitan Fracassa", lo spettacolo itinerante andato in scena nei comuni della nostra provincia durante la scorsa stagione, il progetto "La città va in scena", prosegue la sua attività di studio e sperimentazione con quello che può essere considerato uno dei primi Musical della storia: "L'Opera da Tre Soldi" di Bertolt Brecht.

Un piccolo colossal, una grande prova per un laboratorio professionalizzante che ha coinvolto circa 40 persone tra attori professionisti, neofiti, maestranze e i giovani allievi dell'Istituto Professionale che si sono cimentati nella realizzazione di un lavoro che è stato portato in scena da uno dei più grandi registi del nostro secolo, Giorgio Strehler, Bob Wilson e interpretato anche da grandi attori italiani tra i quali Massimo Ranieri, Lina Sastri, Milva, ecc.

Un'Opera intensa, comica, grottesca, utile per capire percorsi creativi di uno dei più grandi scrittori del '900, Bertolt Brecht in cui tutto è originale a partire dalle straordinarie musiche e canzoni di Kurt Weil che hanno visto centinaia di fantastici interpreti tra i quali ricordiamo la cantante italiana Milva.

In quest'epoca il Musical va molto di moda, ma la gran parte delle produzioni si rifanno a musical che danno poca possibilità di essere riletti e reinterpretati, per lo più vengono copiati e riproposti, spesso dimenticando le origini di questo fenomeno. Il Laboratorio "La Città va in Scena" ha voluto lavorare sul tema della creatività e dell'originalità' per fornire al numeroso gruppo di partecipanti, gli strumenti di comprensione utili ai ragazzi che si preparano ad affrontare il mondo del lavoro.

Musicisti, compositori, tecnici, costumisti, scenografi, grafici, attori, danzatori, hanno concorso a rielaborare i contenuti dell'Opera, al fine di attualizzarla e aggiornare i propri strumenti di comprensione. Sono stati realizzati workshop e seminari specifici con trasversalità didattica che hanno visto lavorare insieme Professori e Professionisti grazie all'interessamento della Preside dell'Istituto Professionale Marina Proietti e dei docenti che si sono impegnati per questa importante iniziativa che è al suo secondo anno di attività, i professori: Pina Vitolo, Annamaria Ancona, Roberto Luvarà, Ermanno Gizzi.

Per affrontare il difficile compito della messa in scena, i giovani ragazzi hanno avuto la possibilità di lavorare al fianco di professionisti dello spettacolo tra i quali spiccano: Andrea Colangelo, attore e formatore, diplomato della Bernstein School Musical di Bologna che oltre al ruolo di protagonista ha seguito la formazione degli attori e cantanti, Francesca Ferrari, danzatrice professionista e coreografa che ha seguito i movimenti di scena, Sofia Colli, costumista e attualmente assistente di Santuzza Calì, la storica costumista di Emanuele Luzzati, Vanja Bizzi giovanissima truccatrice e Simone Ferrini, diplomato in pianoforte.

Lo spettacolo, previsto per Domenica 17 Maggio 2015 alle ore 18.00, presso il Teatro Principe, con la regia di Igor Geat, è stato realizzato grazie alla partecipazione dell'Istituto Professionale di Palestrina, del D.A.D. (Centro di Diffusione Arte Danza), del Comune di Palestrina e del Palio di S. Agapito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento