Cultura

Palestrina, arriva al Teatro Principe il talento di Gennaro Cannavacciuolo che racconta Modugno nello spettacolo "Volare"

Il talento di Gennaro Cannavacciuolo racconta la storia di Domenico Modugno tra teatro e canzoni, con un trio di musicisti che l'accompagneranno dal vivo in uno spettacolo divertente ed emozionante, spassoso e toccante al tempo stesso

Il talento di Gennaro Cannavacciuolo racconta la storia di Domenico Modugno tra teatro e canzoni, con un trio di musicisti che l'accompagneranno dal vivo in uno spettacolo divertente ed emozionante, spassoso e toccante al tempo stesso

Arriva al Teatro Principe di Palestrina domenica 17 aprile con inizio alle 18,00 lo spettacolo "Volare - Concerto a Domenico Modugno", portato in scena dal talentuoso e poliedrico attore Gennaro Cannavacciuolo.

L'istrionico show man di origini partenopee sarà accompagnato sul palco da alcuni musicisti che suoneranno dal vivo: Marco Bucci al pianoforte, Claudia Della Gatta al violoncello, Andrea Tardioli al clarinetto e sax contralto. Il pubblico sarà preso e portato per mano in questo viaggio alla riscoperta della vita, delle opere, dell'arte del grandissimo Domenico Modugno, attraverso canzoni e momenti recitati e interpretati con maestrìa da Cannavacciuolo.

Questo spettacolo fu il primo in assoluto creato su Modugno, assieme a Modugno, nel lontano 1987; Modugno, infatti, ammirava molto l'allora giovanissimo Gennaro, nato artisticamente accanto al grande Eduardo De Filippo, e gli concesse di mettere in scena un recital che ritraeva la sua vita artistica.

Da allora, lo spettacolo ha girato tutto il mondo: è approdato a Barcellona, San Pietroburgo, Liegi, Tirana, Istanbul, riscuotendo enormi e unanimi consensi.

Definito dalla critica "un autentico gioiello", lo spettacolo dal titolo "Volare" è tutto dedicato a Domenico Modugno: un tuffo emozionante nella storia della grande canzone italiana.

Il recital di Gennaro Cannavacciuolo propone in una reinterpretazione personale le varie strade musicali percorse da Modugno.

Dalle canzoni dialettali e macchiettistiche, come "O ccafè" e "La donna riccia", e "U pisci spada", alla più famosa "Io mammeta e tu"; fino ai monologhi teatrali e al suggestivo dialogo tra madre e figlia tratto dalla commedia musicale "Tommaso D'Amalfi" di Eduardo de Filippo, eseguito con l'apporto della voce registrata di Pupella Maggio che volle dare il suo contributo proprio a questo spettacolo (e che con Cannavacciuolo ha lavorato). Ovviamente, ampio spazio alle opere più famose lanciate da Modugno come "Vecchio frac", "Tu si na cosa grande", "Resta cu mme" e così via sino all'ormai inno nazionale "Nel blu dipinto di blu", cantato e danzato a mo di Tip Tap alla maniera di Fred Astaire. Uno spettacolo coinvolgente che propone un alternarsi sottile di momenti comici e di alcuni più melanconici, di aspetti gioiosi e di suggestive evocazioni poetiche.

Un grande Gennaro Cannavacciuolo in scena, accompagnato da validissimi musicisti, per uno show da non perdere.

I biglietti in platea costano soltanto 15 euro (ridotti per Under 13 e Over 65 a 13 euro), in galleria 13 euro (ridotti 10 euro). Per info e prevendite: tel. 06.95271670 - 0695270535. Botteghino Teatro Principe aperto dalle 16 alle 20 da giovedi 14 aprile.

Alessandra Francesconi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palestrina, arriva al Teatro Principe il talento di Gennaro Cannavacciuolo che racconta Modugno nello spettacolo "Volare"

FrosinoneToday è in caricamento