Paliano, a breve partirà un progetto sul dialogo intergenerazionale

Il progetto è stato proposto dall' A.ge di Colleferro guidato dalla dott. ssa Serena Zurma. A partire da gennaio 2018 un'equipe di professionisti guiderà gli adulti nell’esplorazione della relazione evolutiva

“Aprire il dialogo intergenerazionale nell’era digitale” è il nome del progetto promosso dall’A.Ge (Associazione Genitori, sezione di Colleferro) in collaborazione con gli assessorati alle Politiche Sociali e Scolastiche del comune di Paliano. 

L'iniziativa

L’iniziativa nasce dalla consapevolezza del le difficoltà attuali delle famiglie che si trovano a dover gestire sei sistemi sociali in continua evoluzione e che potrebbero trovare giovamento nell’aiuto e nei consigli di personale qualificato. Scopo del progetto infatti è offrire interventi mirati a rafforzare le capacità dei nuclei familiari e a creare le condizioni di interscambio educativo al fine di aprire le frontiere di un dialogo intergenerazionale, sensibilizzare gli adulti all’ascolto attivo, valorizzare il sistema familiare come risorsa sociale e promuovere e sostenere il benessere della persona. I seminari che si intende proporre sono infatti destinati a genitori e insegnati, quindi a tutti coloro che sono coinvolti del processo di crescita di un minore, tenendo conto dell’era in cui viviamo, cioè l’era digitale. Dopo una presentazione del progetto, a partire da gennaio 2018, con una cadenza mensile, un’equipe di professionisti dell’area psico-socio-sanitaria, guideranno di adulti nell’esplorazione della relazione evolutiva.

Il progetto dell' A.ge di Colleferro e il commento di Eleonora Campoli

«Siamo stati entusiasti del progetto che il presidente dell’A.ge di Colleferro, la dott.ssa Serena Zurma, ci ha proposto perché crediamo fortemente che attraverso la creazione di una rete sinergica e di dialogo tra istituzioni, scuola e famiglia si possano fornire ausili diversi e utili alla comunità per la comprensione e l’analisi di diverse tematiche. Attraverso questi incontri cercheremo di dare strumenti aggiuntivi ai genitori che vogliono acquisire nuove conoscenze per aiutare i propri figli a capire e a muoversi in modo sicuro nel complesso mondo digitale attraverso un proficuo dialogo intergenerazionale». Questo il commento dell’assessore Eleonora Campoli.

Le parole del Sindaco Alfieri

Il sindaco Domenico Alfieri ha dichiarato: «È l’incontro e la partecipazione responsabile all’interno di un sistema integrato che generano la crescita in primis degli educatori, genitori e insegnanti, e poi dei ragazzi. Per questo abbiamo accolto con favore il progetto dell’A.ge, che si configura come un servizio di orientamento e di supporto alle famiglie nella gestione delle quotidiane problematiche che spesso si incontrano nella crescita e nell'educazione dei propri figli».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il programma

Dopo una prima presentazione plenaria dell’itinerario metodologico alla comunità locale, prevista fra novembre e dicembre 2017, a partire da gennaio 2018, con una cadenza mensile, un’equipe di professionisti dell’area psico-socio-sanitaria, guideranno di adulti significativi nell’esplorazione della relazione evolutiva.
Programma tematico “come aprire il dialogo intergenerazionale nell’era digitale”
1. Novembre-Dicembre: L’A.ge incontra le famiglie e le istituzioni per sensibilizzare all’iniziativa progettuale
2. Gennaio: strategicamente insieme in una società complessa. come aprirsi al dialogo intergenerazionale nell’era digitale
3. Febbraio: gestire l’aggressività all’interno della relazione: percorsi difficili a confronto
4. Marzo: scalini di crescita e rischi evolutivi: come rapportarsi di fronte al cambiamento
5. Aprile: nodi familiari da sciogliere: quando il conflitto mette a rischio la comunicazione
6. Maggio: parlare della malattia in famiglia: le frontiere della medicina narrativa
7. Giugno: relazioni narrative: dal dialogo parlato a quello scritto – “verba volant scripta manent”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, 147 nuovi casi in provincia di Frosinone. Positivo anche un dipendente comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento