Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

Paliano città di cultura e lettura, da Giorgio Scianna a Piergiorgio Paterlini

Il commento del vicesindaco Adiutori "Questo incontro ci permette di inaugurare nel migliore dei modi il conferimento a Paliano del titolo di “Città della Cultura” della Regione Lazio"

Un intero anno dedicato alla cultura, partendo dalla lettura: questo il proposito esplicito dell’amministrazione Alfieri per dare corpo all’elezione di Paliano tra le “Città della Cultura” della Regione Lazio 2018. Un impegno suggestivo, che ha trovato una prima occasione di realizzazione venerdì scorso, 19 gennaio, nell’incontro con lo scrittore Giorgio Scianna, autore Einaudi, il quale ha presentato alla cittadinanza “La regola dei pesci”, sua ultima fatica letteraria.

Lo scrittore Giorgio Scianna

Classe 1964, pavese, Giorgio Scianna indaga nei suoi libri la contemporaneità, mettendo in scena personaggi che spingono il lettore a riflettere sulle problematiche, i conflitti, le contraddizioni e le aspirazioni del nostro tempo. “La regola dei pesci” non viene meno a questa impostazione, affrontando – attraverso la storia di quattro liceali misteriosamente scomparsi dopo una vacanza in Grecia – la fitta rete di temi che connotano il mondo giovanile, dipanati lungo il filo rosso del rapporto tra coetanei e tra ragazzi e adulti.

Il commento del vicesindaco Adiutori

"Questo incontro con Giorgio Scianna – il commento di apertura del vicesindaco Valentina Adiutori – ci permette di inaugurare nel migliore dei modi il conferimento a Paliano del titolo di “Città della Cultura” della Regione Lazio. Iniziare con la presentazione di questo romanzo, frutto della penna di un autore di fama nazionale, non è una scelta casuale, perché ci permette di assolvere a un duplice intento: rafforzare il nostro impegno nella promozione della lettura e, di pari passo, offrire un’occasione di dibattito su tematiche e aspetti che incidono nel profondo della nostra esperienza quotidiana, come il confronto tra genitori e figli, tra studenti e insegnanti, la necessità di una reale e costruttiva comunicazione intergenerazionale e di una sensibilità rinnovata rispetto ai desideri, alle aspettative e alle difficoltà dell’adolescenza".

In una sala gremita, l’autore ha spiegato le motivazioni alla base del romanzo, le proprie scelte e suggestioni narrative, le esperienze nelle scuole, sollecitato dagli interventi della responsabile della biblioteca comunale, Gabriella Mariani, della professoressa Elisabetta D’Agostini e della dottoressa Viviana Minori: scambi di opinioni, domande, considerazioni e letture che hanno suscitato vivo interesse tra i partecipanti, e innescato una lunga discussione che si è conclusa con l’invito a un nuovo appuntamento letterario targato Einaudi, dedicato stavolta al romanzo “Bambinate” di Piergiorgio Paterlini, in programma il prossimo 6 febbraio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paliano città di cultura e lettura, da Giorgio Scianna a Piergiorgio Paterlini

FrosinoneToday è in caricamento