Cultura Paliano

Paliano, dopo il gemellaggio dell' Avis locale con quelle di Fumone, Pontinia e Sermoneta nasce “Largo del donatore”.

Le delegazioni delle associazioni e le autorità comunali presenti hanno inaugurato presso la rotonda di via dei Bastioni la targa con il nuovo nome dello spiazzo

Il 2 settembre si è svolta a Paliano la cerimonia ufficiale di gemellaggio fra le associazioni AVIS di Paliano, Fumone, Pontinia e Sermoneta. Le delegazioni delle associazioni e le autorità hanno inaugurato anche  presso la rotonda di via dei Bastioni la targa con il nuovo nome dello spiazzo: “Largo del donatore”.

Presenti, oltre al presidente AVIS di Paliano, Antonella Rosina, di Fumone, Samanta Bellotti, di Pontina, Guerrino Centra, e di Sermoneta, Carlo Quattrocchi, i presidenti AVIS provinciali e regionali, e tante delegazioni della Ciociaria e della Regione Lazio. I quattro comuni sono stati rappresentati ufficialmente dalle amministrazioni locali, nelle persone dei sindaci Domenico Alfieri – accompagnato dagli assessori Valentina Adiutori e Simone Marucci e dai consiglieri Maria Grazia D’Aquino e Ugo Germanò – Maurizio Padovano e Carlo Medici.

Il sindaco Domenico Alfieri ha dichiarato: «Siamo lieti di avere ospitato questo incontro che unisce assieme le comunità di Paliano, Fumone, Pontinia e Sermoneta con l’obiettivo meritorio di diffondere la cultura della donazione, della solidarietà e del volontariato, coinvolgendo altre realtà come la scuola, lo sport e le associazioni giovanili. Ringrazio i sindaci presenti per la disponibilità e la volontà mostrata nella creazione di questo legame di amicizia e soprattutto le associazioni AVIS, i loro presidenti e i volontari, che prestano ogni giorno con passione e sacrificio il proprio tempo e le proprie forze per il benessere e la salute della collettività».

«Oggi – il commento del presidente AVIS di Paliano, Antonella Rosina – diamo vita a un accordo che porterà concreti benefici a tanti cittadini, in un percorso di crescita condivisa e partecipata, che confidiamo possa comunicare l’importanza della donazione e dell’impegno verso gli altri. Ringrazio tutti i presenti, le delegazioni e i rappresentati AVIS, le amministrazioni comunali di Paliano, Fumone, Pontinia e Sermoneta. Un ringraziamento personale lo dedico alla famiglia Pede-Fioramonti per la fiducia e il sostegno dimostrato nei miei confronti e verso le attività dell’AVIS di Paliano».

.«Acconsentire l’intitolazione di un’area alla figura del “donatore” – ha commentato il consigliere alla Sanità e tutela della salute del cittadino Maria Grazia D’Aquino prima dell'evento– come ci è stato proposto dall’Avis palianese, è un modo per ringraziare l’associazione che da sempre dà un apporto fondamentale al sistema. Segno di stima e riconoscenza che segue quello di qualche mese fa della consegna di una sede autonoma. Fatti che mostrano la nostra volontà di salvaguardare i valori del volontariato nella donazione del sangue».

Un importante segnale di collaborazione tra le quattro AVIS all'insegna della solidarietà nella donazione volontaria di sangue con importanti connotati a livello sociale e con l'auspicio che numerose iniziative saranno, in futuro, organizzate al di là dei confini provinciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paliano, dopo il gemellaggio dell' Avis locale con quelle di Fumone, Pontinia e Sermoneta nasce “Largo del donatore”.

FrosinoneToday è in caricamento