Paliano, un convegno per ricordare Martino V, il Papa della ricostruzione

Una vera e propria tavola rotonda per ricordare la figura di Oddone Colonna in occasione del VI centenario della sua elezione al soglio pontificio

In occasione del VI centenario della sua elezione al Soglio pontificio,  il cardinale Oddone Colonna (Genazzano 1358 – Roma 1431), venne eletto Papa dal Concilio di Costanza l'11 novembre 1417, dopo l'abdicazione di Gregorio XII e la deposizione di Giovanni XX e dell'antipapa Benedetto XIII.

La sua elezione poneva fine allo Scisma d'Occidente; dopo 39 anni la Chiesa aveva di nuovo un unico capo visibile, riconosciuto da tutti.

Oddone Colonna assunse il il nome di Martino V e, con lui, il papato tornò definitivamente a Roma. Immediatamente dopo la sua elezione si dedicò alla riorganizzazione dello Stato pontificio: ristabilì il prestigio e l’autorità papale, riassestò le finanze dello Stato e intraprese un vasto programma di ricostruzione delle chiese e degli edifici pubblici caduti in rovina, avvalendosi anche dell’opera di eminenti artisti come Gentile da Fabriano e il giovane Masaccio; si ebbero così gli affreschi in S. Giovanni, in Santa Maria Maggiore e S. Clemente.

Martino  V aumentò il prestigio del papato in Europa inviando numerose ambasciate in missioni di pace, soprattutto in Inghilterra e in Francia, ancora impegnate nella guerra dei cento anni (1337-1453). Mantenne buoni rapporti anche con Costantinopoli.

Papa Martino dimostrò una insolita moderazione nei confronti degli ebrei, condannando la predicazione violenta contro di loro e proibendo il battesimo forzato dei bambini ebrei.

Martino V elargì anche privilegi ai membri della sua famiglia, arricchendoli di molti feudi. Per questo venne accusato di nepotismo. Nel 1425 concesse i castelli di Paliano e Serrone “pro indivisi” ai suoi nipoti Antonio, Prospero (fatto cardinale nel 1426) e Odoardo, figli di suo fratello Lorenzo. Nel 1427 istituì il fedecommesso Colonna, in base al quale una parte del patrimonio restò indivisibile ed inalienabile e sarebbe stato ereditato solo dai primogeniti maschi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tavola rotonda promossa dalla Parrocchia Sant’Andrea di Paliano, tramite il Parroco Don Paolo, vedrà la presenza a Paliano di eminenti personaggi storici, sabato 7 Ottobre, alle ore 16,30 presso il Palazzo Colonna sala degli Arazzi, dove la Dott.ssa Tiziana Checchi, storica d’arte; il Prof. Lorenzo Cappelletti, Ordinario di Storia della Chiesa e il dott. Maurizio Turriziani , direttore unitre di Paliano, dibatteranno sul tema: Martino V. Il papa della Ricostruzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento