Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cultura

Consegnato il premio FiuggiStoria promosso dalla fondazione Levi-Pelloni

Premiati Piero Angela e Mauro Canali insieme a tante personalità del mondo della cultura moderna

Il Premio FiuggiStoria arriva alla sua ottava edizione e il 23 gennaio presso la Pontificia Università Antonianum di Roma sono stati consegnati i premi ai vincitori. Il Premio, promosso dalla Fondazione Levi-Pelloni, in collaborazione con il Comune di Fiuggi e con i patrocini del Senato della Repubblica, Camera dei Deputati e Presidenza della Regione Lazio, quest’anno è stato dedicato allo scrittore e giornalista Enzo Bettiza, scomparso nello scorso mese di luglio, ed ha visto anche l’inserimento della sezione FiuggiStoriaEuropa, destinata a storici e ad opere pubblicate nei paesi della Comunità europea. Il ricordo di Bettiza è stato un doveroso omaggio ad un eccezionale testimone del Novecento e della storia moderna.

Il premio a Piero Angela 

Piero Angela e Mauro Canali sono stai annoverati tra i vincitori del Premio Fiuggi-Storia. Il popolare divulgatore scientifico Piero Angela ha ricevuto il premio nella sezione “Epistolari e memorie” per “Il mio lungo viaggio 90 anni di storie vissute”. Ha viaggiato nel corpo umano, nella preistoria, nel passato e nel futuro, e ogni volta ci ha portati con sé. Con questo libro, Piero Angela ci accompagna in un viaggio diverso, attraverso due secoli e molti continenti, in mezzo a mille peripezie, incontri, scoperte e avventure: la sua vita. Nato nel 1928, testimone oculare di due secoli, ci racconta l'Italia degli anni Trenta e Quaranta, gli anni esaltanti del miracolo economico, la nascita della televisione, la sua straordinaria carriera di giornalista, la passione di sapere.

Mauro Canali e la sua scoperta dell'Italia

Il premio per la saggistica è stato attribuito allo storico Mauro Canali per La scoperta dell'Italia: Il fascismo raccontato agli americani (1920 – 1945). L'Italia di inizio Novecento si rivelò per i corrispondenti americani un enigma difficile da decifrare e narrare ai lettori d'oltreoceano. Canali scrive di Mussolini e delle storie delle interviste dei giornalisti che provavano ad incontrarlo. Un punto di vista inedito per ripercorrere le vicende di quegli anni, offrendo allo stesso tempo uno straordinario spaccato della società del ventennio fascista, con il controllo sistematico sulla stampa e l'utilizzo di una robusta rete di spie.

Gli altri riconoscimenti

Riconoscimenti anche all'Esercito italiano per i quattro calendari dedicati al centenario della Grande Guerra, per l’alto valore didattico e rievocativo di una pagina importante della nostra storia nazionale, a Silvia Cavicchioli, Francesca Paci, Adam Smulevich, Corrado Stajano, Éliane Patriarca, Carmelo Fucarino, Silvana Cirillo e Roberto Mario Quello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consegnato il premio FiuggiStoria promosso dalla fondazione Levi-Pelloni

FrosinoneToday è in caricamento