Tutto pronto per la presentazione ufficiale della guida turistica dei Monti Lepini

Presenti il Presidente della Compagnia dei Lepini, Quirino Briganti, il direttore esucutivo dell'Enit, Gianni Bastianelli e l'assessore al Turismo della Regione Lazio, Lorenza Bonaccorsi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

Domani, Martedì 25 Settembre, alle ore 11.00, il Presidente della Compagnia dei Lepini, Quirino Briganti, presenterà la nuova Guida Turistica dei Monti Lepini. Intervengono il direttore esucutivo dell'Enit, Gianni Bastianelli, e l'assessore al Turismo della Regione Lazio, Lorenza Bonaccorsi. A tutti i partecipanti sarà donata una copia omaggio della pubblicazione. L'appuntamento è presso la Sala Conferenze dell'Enit di Roma, in via Marghera, 2.

La Compagnia dei Lepini ha promosso una Guida Turistica dei Monti Lepini scritta da Stefano Ardito ed edita da Iter Editore. Tale strumento di divulgazione turistica, delle potenzialità storico, artistiche ed ambientali dei Lepini, ha l’ambizione di promuovere un territorio vasto, con una popolazione di 150.000 abitanti, che ricomprende un’area geografica che insiste su tre Province: Roma, Latina e Frosinone. Il sistema territoriale dei Lepini ha un tratto identitario ben definito che affonda le sue radici in una storia millenaria con antichi borghi, aree archeologiche, produzioni tipiche e itinerari culturali storici, artistici ed ambientali.

La storia

“La Guida turistica dei Monti Lepini nasce con l’intento di creare uno strumento di conoscenza e divulgazione di un territorio di straordinaria bellezza che risulta ancora sconosciuto ai più nonostante si trovi solo a pochi chilometri di distanza dalla città più visitata e conosciuta d’Italia: la città di Roma. Ed è sempre stato così se leggiamo ciò che scrive uno dei più importanti archeologi tedeschi, Ferdinand Gregorovius, a metà dell’Ottocento:’ “Mi era stato detto a Roma della bellezza di questo colpo d’occhio e che non avrei potuto provare nulla di più bello della cavalcata tra i monti Volsci (oggi Lepini) e della vista da lassù delle paludi pontine e del mare; e non mi era stato detto abbastanza. Consiglierò ad ogni viaggiatore che voglia visitare le terre romane, di non perdersi questo spettacolo …”. Il racconto di questo spettacolo, composto dalla più imponente catena del Preappennino laziale con un paesaggio che domina le pianure laziali, modellato dal carsismo, dagli altopiani, dalle grotte, dalle tracce della preistoria e dalle numerose presenze di tutte le epoche della Storia, è il contenuto di questa guida che vuole offrire al lettore un sguardo di insieme del territorio e migliaia di stimoli a recarsi nei luoghi per vedere e approfondire. La realizzazione della Guida è stata curata da Stefano Ardito, giornalista e scrittore da sempre attento alle tematiche del turismo sostenibile e cultore di alpinismo e attività in montagna, che in poco più di 140 pagine è riuscito a dare una soddisfacente descrizione dei 27 antichi centri storici, delle preziose Aree archeologiche di età romana, della rete di Abbazie e Castelli medievali, della notevole presenza di opere d’Arte, dei caratteri della civiltà agropastorale e degli insediamenti preistorici, insieme alla puntuale indicazione delle bellezze naturali e ambientali lungo i pendii e sulle vette dei monti. 

Con la pubblicazione della Guida turistica dei Monti Lepini il territorio aggregato dei Comuni coordinati dalla Compagnia dei Lepini, società pubblica di sviluppo locale, vuole affrontare il mercato del turismo proponendo una realtà nuova che può essere sviluppata come un valido prodotto turistico ambientale, culturale, enogastronomico, che può arricchire ulteriormente l’offerta turistica della città di Roma, della Regione Lazio e del Paese Italia.”
 

Programma dell'evento
 

Introdurrà Quirino Briganti, Presidente della Compagnia dei Lepini, che avrà modo di illustrare gli obiettivi che la Compagnia dei Lepini, ente di promozione e valorizzazione del territorio, e i comuni dei Monti Lepini vogliono perseguire nell’ambito del mercato del turismo.
Per Briganti: “I Lepini sono una destinazione turistica tra Storia, Arte e Natura assolutamente da scoprire. I testi e le immagini di questa Guida, oltre a invitare alla visita, ne sono delle testimonianze tangibili. I Lepini sono Naturalmente Storici!”
Si proseguirà con i saluti istituzionali di Gianni Bastianelli, direttore esecutivo dell’Enit, ente che sostiene e valorizza la promozione nazionale e internazionale del Paese Italia e dei territori italiani che si propongono sul mercato turistico. Seguirà la presentazione della Guida Turistica da parte dell’autore della stessa, Stefano Ardito, giornalista, scrittore, fotografo e documentarista, conosciuto come una delle voci più autorevoli in Italia in materia di montagna e alpinismo, di sviluppo turistico sostenibile e di conservazione della natura. I successivi interventi saranno affidati a: Vincenzo Scozzarella, storico dell’arte e profondo conoscitore delle numerose e pregiate opere artistiche del territorio dei Monti Lepini; Francesco Maria Cifarelli, archeologo, dinamico ricercatore e studioso della realtà storico-archeologica dei Monti Lepini, autore di numerose pubblicazioni scientifiche sul territorio; Tommaso Agnoni, presidente della Fondazione Caetani, che cura e gestisce il lascito patrimoniale dei Caetani che comprende, tra l’altro, il meraviglioso ‘Giardino di Ninfa’ e l’affascinante Castello di Sermoneta; Sira Lozzi, responsabile della Iter Edizioni, casa editrice attiva da oltre 30 anni, con una specializzazione nella realizzazione di guide turistiche territoriali e mappe escursionistiche. 
Le conclusioni saranno affidate ad un ospite d’eccezione, la cui presenza segnala l’importanza, per il territorio dei Monti Lepini e per l’intera area regionale, dell’evento: Lorenza Bonaccorsi, Assessore al Turismo della Regione Lazio.

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento