Rignano Flaminio, Approvato il nuovo Piano sociale di zona per l'anno 2014

"Il nuovo Piano sociale di zona per l'anno 2014, recependo le ultime direttive regionali e l'imposizione di massimali di spesa per ogni misura di intervento attivata a livello distrettuale, pur presentando un'ampia progettualità di servizi verso i...

download-17

"Il nuovo Piano sociale di zona per l'anno 2014, recependo le ultime direttive regionali e l'imposizione di massimali di spesa per ogni misura di intervento attivata a livello distrettuale, pur presentando un'ampia progettualità di servizi verso i cittadini, non riesce più a rispondere alle emergenti necessità dei nostri territori, dove nuove povertà e nuove dinamiche sociali richiederebbero invece maggiore flessibilità nella programmazione degli interventi, primi fra tutti quelli relativi al disagio occupazionale ed abitativo".

Commenta l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Rignano Flaminio, Vincenzo Marcorelli, a margine dell'incontro tenutosi a Riano, nel quale il Comitato istituzionale dell'Accordo di programma del distretto sociosanitario RM F4, comprendente 17 Comuni dell'asse Cassia-Flaminia-Tiberina (Campagnano di Roma, Capena, Castelnuovo di Porto, Civitella San Paolo, Fiano Romano, Filacciano, Formello, Magliano Romano, Mazzano Romano, Morlupo, Nazzano, Ponzano Romano, Riano, Rignano Flaminio, Sacrofano, Sant'Oreste, Torrita Tiberina), ha approvato all'unanimità il Piano sociale di zona per l'anno 2014 per un importo complessivo di poco superiore ai 2 milioni e trecentomila euro." Nel documento programmatico, - aggiunge l'assessore - articolato su più misure, come da D.G.R. n. 136 del 25 marzo 2014, sono previsti progetti per: migliore organizzazione del PUA (Punto unico di accesso, aperto a Campagnano), dove i cittadini possono accedere per trovare indicazione circa i servizi sociosanitari offerti dal territorio; Centri diurni socio-riabilitativi per disabili (sedi di Fiano Romano, Formello e Riano); assistenza domiciliare per anziani ed educativa domiciliare per minori; affido familiare; sostegno ai minori inseriti in strutture di tipo familiare; contrasto alle dipendenze e sostegno agli utenti del Ser.T.; sostegno per situazioni di disagio socioeconomico; provvidenze per disagiati psichici. Giovedì 31 luglio incontreremo l'assessore regionale, Rita Visini – ha concluso Marcorelli – per poter programmare al meglio i servizi sociosanitari del nostro distretto e poter affrontare le nuove sfide, alla luce anche della proposta avanzata dalla Regione Lazio per una diversa gestione associata dei servizi. Speriamo che dal confronto possano uscire risposte importanti per i nostri cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento