Roma, ai Giardini della Filarmonica arriva REFUGEES Ideato e diretto da Ugo Bentivegna

Dare voce a coloro che voce non hanno: questo è il messaggio racchiuso nello spettacolo REFUGEES, in scena nella suggestiva cornice dei Giardini della Filarmonica Romana, il 24 Luglio, nell’ambito del Festival “I Solisti del Teatro”. Rifugiati...

Dare voce a coloro che voce non hanno: questo è il messaggio racchiuso nello spettacolo REFUGEES, in scena nella suggestiva cornice dei Giardini della Filarmonica Romana, il 24 Luglio, nell’ambito del Festival “I Solisti del Teatro”. Rifugiati, questo termine, spesso usato impropriamente, racchiude diverse tipologie di persone note e sconosciute: esseri umani accomunati da un destino avverso.

Lo spettacolo vuole rappresentare simbolicamente la figura del rifugiato, raccontando quattro storie vere, alcune tratte dal libro “La notte della fuga”, edito da Avagliano Editore e curato dal Centro Astalli. Grazie alla collaborazione con la scrittrice Donatella Parisi, le storie sono state riadattate per la messa in scena, che vede protagonisti ragazzi provenienti dal Kurdistan, dalla Colombia, dalla Siria, dal Congo e dal Mali.

Prosa, danza, canto, musica e immagini creano empatia nello spettatore, coinvolgendolo e portandolo a riflettere e immedesimarsi.

Celati dietro le statistiche, con un elenco indefinito di volti e nomi, emergono essere umani con le loro vicende. Fa da sfondo, un excursus storico di rifugiati celebri e dell’emigrazione di massa degli italiani a inizio secolo. Filmati e foto inedite sugli sbarchi a Lampedusa e sull’esodo di popoli in Ungheria e nel resto d’Europa, daranno rilievo a quello che è il fenomeno che sta interessando l’intera umanità.

Letizia Dalla Nora introdurrà lo spettacolo con un excursus storico di rifugiati noti, tra cui: Gesù, Miriam Makeba, Isabelle Allende, Albert Einstein, Rudolf Nureyev e tanti altri.

Cuore dello spettacolo le storie raccontate da Valeria Contadino e Ugo Bentivegna, accompagnate al pianoforte da Marco Ciardo, con interventi canori di Enrica Arcuri che interpreta grandi classici, con la partecipazione dei ballerini Yari Molinari, Rosario Marotta e Agnese Allegra. La quinta storia sarà raccontata direttamente da Soumaila, un ragazzo del Mali arrivato da poco in Italia e in attesa del riconoscimento dello Status di Rifugiato Politico.

Lo spettacolo terminerà con la storia di Maria, giovane siciliana emigrata in Argentina agli inizi del ‘900, interpretata da Valeria Contadino.

Per info e prenotazioni:

  • prenotazionisolistidelteatro@gmail.com
  • 064746390
  • +39 3939753042
  • Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento