menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, Al Teatro Brancaccino Misura per Misura, di Shakespeare

Per gli appassionati di teatro,  e per coloro che hanno piacere di approfondire la immensa produzione teatrale del “Bardo”, ecco un appuntamento da non perdere! Infatti, debutta al Teatro Brancaccino (proprio accanto al Brancaccio) la nuova...

Per gli appassionati di teatro, e per coloro che hanno piacere di approfondire la immensa produzione teatrale del "Bardo", ecco un appuntamento da non perdere! Infatti, debutta al Teatro Brancaccino (proprio accanto al Brancaccio) la nuova produzione della Scuola Teatro Azione, con il dramma intitolato Misura per Misura, di William Shalespeare, per la regia di Valentino Villa, con la interpretazione di Tommaso Arati di Maida, Daniele Bianchini, Alessandro Castiglia, Dario Guidi, Gabriele Pestilli, Adele Pani, Indri Qyteza, Francesco Rizzo, e Serena Sansoni. In scena fino al 13 marzo, Misura per misura, celebre e controversa black comedy di William Shakespeare, affidata, come detto, alla regia di Valentino Villa. Nove gli ex allievi diplomati dalla scuola, scelti per questo progetto attraverso il quale Teatro Azione costruisce un ponte tra il percorso di studi e l'ambito professionale, permettendo ai giovani attori di confrontarsi con una forte firma autoriale e con un ampio apparato produttivo che coinvolge professionisti e punti di riferimento della scena contemporanea italiana. Regista e attore, reduce del successo come interprete di Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni e dopo essersi confrontato con autori contemporanei quali Pinter, Lagarce e Katja Brunner, con Misura per Misura, Valentino Villa affronta per la prima volta la drammaturgia shakespeariana. La città di Vienna, che fa da sfondo alle vicende narrate dal più importante e complesso autore teatrale, lascia spazio ad una scenografia che è bordello, prigione e spazio mentale in cui le dinamiche di relazione interpersonale sono inquinate da frigide rappresentazioni del potere. Attraverso sovrapposizioni temporali dal gusto cinematografico, Villa invita i nove attori ad affrontare la concretezza della parola shakespeariana e insieme la sua dimensione simbolica ed evocativa. Ma Misura per Misura è anche un'occasione di riflessione, certamente indiretta, su una visione adolescenziale o post-adolescenziale della vita da parte della mente o della coscienza, il desiderio di una effimera perfezione attraverso il sacrificio della libertà e il mascheramento ipocrita delle proprie stesse pulsioni. Fino al 13 marzo al Brancaccino. fv

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento