Roma, al Teatro Spazio Uno in scena "Otello" adattato e diretto da Antonio Nobili

Tre uomini sono a capo della più grande società di Trading Americana, con sede a Jackson, capitale del Mississipi. Innovazione, esperienza e semplicità qualifica questi uomini.

Tre uomini sono a capo della più grande società di Trading Americana, con sede a Jackson, capitale del Mississipi. Innovazione, esperienza e semplicità qualifica questi uomini.

Il loro leader neo-promosso è un uomo di colore in uno Stato apparentemente democratico e liberista ma con radici profondamente razziste.

Un uomo giovane e già tormentato dal "burnout", una sindrome da stress che colpisce chi, ogni giorno, è costretto a dimostrare di valere molto di più di quanto già non valga, come se non bastasse, a tutto ciò, si affiancano i deliri paranoici sull' infedeltà della sua compagna, seminati e coltivati dalle malelingue che, per invidia, lo spingono alla follia, con conseguenze mortali per tutti.

A prima vista, questo suona come la sinossi per l'ultimo film sulla follia e le mille maschere della Società Americana., ma nessuno può evadere dal rivolgere il proprio pensiero al nome di Shakespeare riconoscendo in queste parole poi la tragica Storia di Otello.

Originariamente intitolato "Il Moro di Venezia", "Otello" è stato eseguito dalla Compagnia di Shakespeare, "Gli uomini del re", il 1 Novembre 1604, nella casa del banchetto di Whitehall Palace di Londra.

Oggi, oltre quattrocento anni dopo, rimane più popolare che mai. I suoi temi centrali: razzismo, amore, gelosia, tradimento e invidia sono rilevanti per la vita ora come lo erano allora.

Oggi, rivalutando il dialogo, le impostazioni e il costume del dramma è diventato parte di un "gioco" creativo quello che spinge i giovani registi contemporanei, desiderosi di distinguere le loro produzioni da quelle del passato, e fare appello al pubblico odierno.

Questo è stato anche parte della filosofia che ispira la traduzione e la messa in scena di Antonio Nobili. I ragazzi del laboratorio annuale Smart Academy, affiancati da alcuni allievi attori del percorso triennale, insieme per quella che vuole essere una 'festa teatrale' ad omaggiare il genio in occasione delle Celebrazioni per il 400° anniversario dalla sua morte.

7- 8 Maggio 2016

"OTELLO"

dal capolavoro di William Shakespeare

nell'adattamento e regia di Antonio Nobili

assistito da Martina Mastroianni

TEATRO STUDIO UNO

Vicolo dei Panieri, 3 - Roma

con:

Aldo Sorrentino

Alberto Albertino

Davide Colnaghi

Gabriele Perfumo

Matteo Maria Dragoni

Giuliano Cecconi

Fabio Mascaro

Stefano Di Giulio

Virginia Menendez

Antonella Nobile

Daniela Anzellini

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

INFOLINE E PRENOTAZIONI: 366 4538808 - Costo del biglietto € 10 (più tessera del teatro)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento