rotate-mobile
Cultura

Roma, Al via il 6 novembre la 21a edizione del MedFilm Festival

Inizia il prossimo 6 novembre la 21a edizione del MedFilm Festival, che per una settimana occuperà le sale e gli schermi del Macro di Via Nizza e del cinema Savoy. 51 opere, diverse prime italiane, molti film provenienti da festival importanti...

Inizia il prossimo 6 novembre la 21a edizione del MedFilm Festival, che per una settimana occuperà le sale e gli schermi del Macro di Via Nizza e del cinema Savoy. 51 opere, diverse prime italiane, molti film provenienti da festival importanti come quello di Cannes, 10 lungometraggi, 11 documentari, 21 corti provenienti dalle coste del Mediterraneo.

I curatori delle sezioni, durante la presentazione affollata avvenuta oggi, ci tengono a sottolineare come molte delle produzioni provengano dalla zona sud del Mediterraneo, vale a dire dal Libano, Iran e soprattutto Israele e Palestina, che indagano, nei film presentati, a volte anche con ironia, la loro ormai eterna questione. E proprio Israele gioca un ruolo di primo piano in questa edizione del festival, oltre che con i lungometaggi e i documentari in concorso, lo stato mediorientale è rappresentato da Hagai Levi, produttore delle serie tv di successo In treatment con Tim Roth e The affair, Il produttore sarà protagonista di una masterclass e della proiezione della sua prossima produzione: The Accursed, che narra le vicende di alcuni protagonisti della storia israeliana, in bilico tra genio e follia.

Per molti dei film in concorso è rintracciabile un tema comune, che riguarda la mobilità dell'uomo. Le migrazioni sono infatti protagoniste di molte delle pellicole, così come i migranti e quindi gli emarginati in genere, vedremo infatti il primo film della cinematografia algerina che affronta il tema LGBT e che ha per protagonista una ragazza Trans, le donne e le loro lotte nei vari paesi del Mediterraneo.

Tre saranno le giurie composte da addetti ai lavori come Tilde Corsi e Gianluca Arcopinto. Altre tre giurie saranno formate da alcuni studenti universitari. Nel corso della manifestazione, e con precisione il 13 novembre, verrà consegnato al più sperimentatore dei registi italiani, Ugo Gregoretti, un premio alla carriera, mentre il 9 verrà proiettato il suo documentario Apollon sull'occupazione più lunga della storia delle fabbriche italiane, durata un anno.

Il film di apertura, Mediterranea, verrà proiettato il 6 novembre al cinema Savoy alle ore 20, in presenza del regista e dell'attore protagonista.

Alice Vivona

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, Al via il 6 novembre la 21a edizione del MedFilm Festival

FrosinoneToday è in caricamento