Roma, al via l'incontro con il prof. Antonino Tosto "Le Foibe e la vergogna comunista"

 Ancora oggi nonostante l’Istituzione del “giorno del ricordo” il 10 febbraio, voluto dal Presidente emerito Giorgio Napolitano, e nonostante i vari dibattiti che da anni imperversano su questo tragico e indefinibile tema, il dramma delle foibe...

Ancora oggi nonostante l’Istituzione del “giorno del ricordo” il 10 febbraio, voluto dal Presidente emerito Giorgio Napolitano, e nonostante i vari dibattiti che da anni imperversano su questo tragico e indefinibile tema, il dramma delle foibe resta per lo più sconosciuto alla massa, come se fosse una pagina rimossa della seconda guerra mondiale.

E’ stato un grande Olocausto prettamente Italiano e Slavo che, con indescrivibile ferocia, si è consumato in una manciata di anni.

Si pensa che vi abbiano trovato la morte molte migliaia di persone di cui, ancora oggi, il numero esatto non è stato precisamente stimato.

La storia ci insegna che, purtroppo, simili follie si possono, ancora oggi, verificare.

Ed è per questo motivo che nasce il convegno dell’11 marzo al Teatro Don Guanella di Roma, alle ore 10:30, dove il relatore e ricercatore Prof. Antonino Tosto, argomenterà altri capitoli delle foibe, proprio in visione dei settantun’anni dalla fine della seconda guerra mondiale.

Come premessa al dramma delle Foibe, il professore Antonio Tosto ci illustrerà, brevemente, quello che ha rappresentato come clima di Terrore per la popolazione Argentina e Cilena con i Desaparicidos: gli scomparsi, ossia le persone che furono arrestate per motivi politici, o anche semplicemente accusate di avere compiuto attività “anti governative” dalla polizia dei regimi militari argentino, cileno e di altri paesi dell'America latina, e delle quali si persero in seguito le tracce.

La sparizione forzata è un fenomeno che si è verificato anche in altri paesi e in altri momenti storici, facendo del termine spagnolo una parola mantello d’uso comune.

Secondo alcune fonti, spesso testimonianze di militari coinvolti nell’operazione, molti desaparecidos furono imbarcati a bordo di aerei militari, sedati e lanciati nel Rio de la Plata, oppure gettati nell’Oceano Atlantico col ventre squarciato da una coltellata affinché i loro corpi fossero divorati dagli squali, i cosiddetti vuelos de la muerte (voli della morte) altri furono detenuti in centri di detenzione clandestini.

Tanti altri sono stati i fenomeni di sparizione dovuti a regimi dittatoriali e proprio in questa occasione e a livello completamente gratuito il Prof. Tosto tratterà i seguenti argomenti:

  • IL REGIME FASCISTA E LA GUERRA
  • GLI ANNI VENTI E TRENTA
  • ALL’INDOMANI DELL’8 SETTEMBRE 1943
  • L’OCCUPAZIONE TEDESCA
  • COSA SONO LE FOIBE – FOIBE DEL ’43
  • LE VITTIME MUTE
  • I CAMPI DI INTERNAMENTO E DI CONCENTRAMENTO ITALIANI
  • PRIMAVERA 1945 L’OCCUPAZIONE DELL’ESERCITO JUGOSLAVO

Le esecuzioni saranno curate dal duo violino - pianoforte: “Lirica” Verranno eseguite musiche di Bach, Tartini, Haendel Al violino: Plamena Krumova Al pianoforte: Marco Colabuci Seguirà un Cocktail offerto dall’associazione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento