menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
bo guerreschi.indd

bo guerreschi.indd

Roma, Bo Guerreschi, Bo(h), recensione

"BO GUERRESCHI "Bo(h). Non si deve sempre morire per essere ascoltate", Armando Editore (Roma). "Questo libro nasce da un'esperienza personale di angherie e soprusi subiti dall'Autrice da parte dell'ex marito. È il frutto di una sofferta...

" BO GUERRESCHI "Bo(h). Non si deve sempre morire per essere ascoltate", Armando Editore (Roma). "Questo libro nasce da un'esperienza personale di angherie e soprusi subiti dall'Autrice da parte dell'ex marito. È il frutto di una sofferta riflessione sul proprio vissuto, una storia vera in cui viene analizzato l'abuso fisico ma soprattutto psicologico, nonché le ripercussioni sui figli, vittime da proteggere e tutelare.

Il volume vuole essere un urlo in grado di fermare le violenze che sempre più donne sono costrette a subire, anche a nome di chi non ha più voce, di chi non può parlare o di chi teme per la propria incolumità". Bo Guerreschi è un'economista internazionale. Nata in Italia cinquant'anni fa, dove è tornata di recente, ha studiato e lavorato negli Stati Uniti, In Inghilterra e in altri Paesi d'Europa.

*recensione di Roby Guerra

Appena edito è già quasi un bestseller.... una bellissima e non minimamente retorica analisi psicosociale, con rara messa in parola performativa di quel che gli scienziati chiamano neuroni-specchio, ad hoc su un fenomeno sconcertante del nostro tempo, grazie probabilmente ai mass media e al web, emerso da antecedenti storici secolari certamente non immuni.

L'autrice, economista internazionale, di formazione accademica e culturale e pragmatica d'oltre oceano e europea. I neuroni specchio in contro-rifllesso....sono quelli di donne vittime di violenza, non solo o necessariamente sessuale e fisica, "diabolicamente" e terribilmente semplicemente psicologica quotidiana. E a partire, purtroppo, ma paradossalmente pistola fumante subìta sulla propria pelle e psiche, dall'autrice stessa. A partire dalla propria esplicita esperienza pesante grave di un rapporto coniugale pardigmatico, il microscosmo diventa perfettamente sincrono con certa diversa fenomenologia contemporanea.

L'autrice esplicita con grande perizia, il macrocosmo della stessa cronaca di tutti i giorni, come un virus replicante in tutti i media e i giornali, con bisturi quasi lacaniano ma 2.0, la parola non criptica ma di straordinaria profonda superfice rivelatrice e giustamente dura come un diamante testimone, articolato sia nei nodi piu "letali" della condizione femminile sia - puntualemnte- nelle stessa pur trasparenza legislativa.

Scenari di legittima difesa e diritti delle donne pur da tempo predefiniti, eppure spesso a rischio per interferenze stesse psicosociali non ottimizzate: la storia è lenta nel suo divenire, codici latenti, taciti, danneggiano le donne vittime di veri e propri sequestri sinaptici, sia nel microquotidiano, sia nella dimensione piu o meno inconscia sociale. La parola dell'autrice, ricorda, forse e naturalmente anche nel paradosso, In Principio era l'Amore di Julia Kristeva, come evocazione tragica del cuore e della libertà perdute, come musica muta...Oppure, sempre per la pulsione diversamente catartica, Le Lacrime delle Donne, parafrasando ora Cioran.

Popperiana quasi, certa quasi grammatica del linguaggio delle donne violentate nell'anima se non nel corpo almeno virtuale, evidenziata dall'autrice: grammatica quasi ridotta ai minimi termini e coattiva, eppure eclatante, quasi impronta digitale : "Scusa" come puntualizza l'autrice... chiedono scusa in continuazione: a se' stesse, persino alle associazioni femministiche e delle donne che le difendono, per quanti anni, ai loro letteralmente frullacervelli mariti o amanti? "La donna ha delle Ragioni che la Ragione non conosce", parafrasando Pascal. Il libro è assai originale come cadenza narratologica e disvelamento intermitttente. Come un diario scientifico. "Per le donne di oggi e di domani. Per il diritto delle donne alla libertà..." Bo Guerreschi

Info

https://d.repubblica.it/attualita/2015/04/14/news/libro_bo_guerreschi_abusi_sulle_donne_autobiografia-2559532/

https://www.armando.it/boh

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento