Cultura

Roma, Brindisi, la Puglia e la liberazione d’Italia- Esposizione commemorativa nel Vittoriano per il 70° anniversario della liberazione

Il 10 settembre 1943 sbarcano nel porto di Brindisi, a bordo della nave Baionetta, il Re Vittorio Emanuele III con la Regina Elena, il Principe Umberto, il capo del governo Badoglio ed alcuni ministri e alti ufficiali. Giorni drammatici in cui...

Il 10 settembre 1943 sbarcano nel porto di Brindisi, a bordo della nave Baionetta, il Re Vittorio Emanuele III con la Regina Elena, il Principe Umberto, il capo del governo Badoglio ed alcuni ministri e alti ufficiali.

Giorni drammatici in cui tutto cambia in Italia.

A Brindisi si insediano il re, capo dello Stato, e la famiglia reale, viene costituito un nuovo governo che resterà in città sino all'11 febbraio 1944, vengono approvate leggi, pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale stampata dalla Tipografia 'Ragione', rinasce la libertà di stampa, viene riorganizzato l'Esercito con la costituzione del 1° Reparto Motorizzato, embrione del futuro "Corpo Italiano di Liberazione".

Viene costituito a Bari il "Comando Carabinieri Italia Meridionale".

In Puglia rinasce la vita democratica dei partiti politici: il 28 e 29 gennaio 1944, a Bari, si svolge il primo Congresso del Comitato di Liberazione Nazionale, definito da Radio Londra "il più importante avvenimento nella politica internazionale italiana dopo la caduta di Mussolini".

Avvenimenti importanti per la storia d'Italia, presentati ai visitatori dal 9 ottobre all'8 dicembre 2015 con l'Esposizione commemorativa e storico didattica dal titolo "Brindisi, la Puglia e la Liberazione d'Italia", nell'ambito dei festeggiamenti del 70° anniversario della Liberazione, nel Complesso Monumentale del Vittoriano, nello Spazio Istituto Luce, all'interno del Museo Centrale del Risorgimento.

Mostra progettata dal Generale Carlo Felice Corsetti e promossa dall'Avv. Alessandro Carnevali dell'UNAR-Casa delle Regioni, con la collaborazione di Fulvio Biocca, dell'Ass.Naz.Carabinieri-Roma Sud e del MIBAC-Archivio di Stato Brindisi, con il patrocinio di Regione Puglia, Rotary, Lions, GAI ed altri.

La cerimonia di inaugurazione è iniziata con i saluti del prof. Marco Pizzo, dell'Istituto per la Storia del Risorgimento, dell'on. Francesco Boccia, presidente della commissione bilancio della Camera dei Deputati, dell'on. Valentina Grippo, presidente della Commissione Relazioni Internazionali di Roma Capitale e di P. Gianfranco Grieco, Capo Ufficio del Pontificio Consiglio per la Famiglia-Vaticano.

A seguire gli interventi degli autori dei testi, noti giornalisti/storici: Roberto Olla, Marco Patricelli e Gino Falleri.

Roma Vittoriano Mostra Pannelli-

I titoli dei 10 pannelli rendono subito chiaro il percorso espositivo e l'importanza storica dei fatti narrati: 1-Resa incondizionata, 2-Via da Roma, 3-Verso Brindisi 4-La nuova Capitale, 5-Il Regno del sud, 6-Uno Stato da rifondare, 7-Brindisi e l'Italia libera, 8- il Congresso di Bari, 9-La rinascita dell'Esercito - I Carabinieri nella guerra di liberazione, 10-La libertà di stampa.

La realizzazione e l'allestimento delle tavole è di Luca Pasquali di Pubblimedia.

L'esposizione è inoltre strutturata come proposta didattico/formativa. Gli studenti delle scuole superiori di Brindisi, primi classificati negli esami, sono stati ammessi ad un tirocinio presso l'Archivio e il Museo Centrale del Risorgimento, per apprendere i concetti basilari sulla gestione di reperti storici archivistici.

Roma Vittoriano Premiazione Studenti-

Nel corso dell'inaugurazione Emanuele Martinez, dell'ufficio stampa dell'Istituto per la Storia del Risorgimento, ha consegnato gli attestati di partecipazione a nove studenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, Brindisi, la Puglia e la liberazione d’Italia- Esposizione commemorativa nel Vittoriano per il 70° anniversario della liberazione

FrosinoneToday è in caricamento