Roma, Futurismo Renaissance, intervista a Sergio Gessi, per i media al quadrato

E' uscito "Futurismo Renaissance. Marinetti e le avanguardie virtuose", a cura di Roby Guerra, scrittore futurista, e Pierfranco Bruni del Mibact, scrittore e direttore archeologo, per Deleyva editore (a cura di Emmanele J. Pilia, eBook, Roma)...

sergio gessi

E' uscito "Futurismo Renaissance. Marinetti e le avanguardie virtuose", a cura di Roby Guerra, scrittore futurista, e Pierfranco Bruni del Mibact, scrittore e direttore archeologo, per Deleyva editore (a cura di Emmanele J. Pilia, eBook, Roma). Ricognizione a 360° sul FUTURISMO contemporaneo, tornato alla ribalta, dopo la grande mostra retrospettiva al Guggenheim Museum di New Work del 2014, anche in Italia, rilanciando certa dis-continuità concreta del futurismo-oggi: attraverso nuovi gruppi sinergici di artisti, scrittori, persino sociologi, nuovamente operativi almeno dal duemila.

Ritorno in generale delle avanguardie anche oltre al nuovo futurismo, con altrettanti nuovi gruppi artistici e futuribili in primo piano nella cultura italiana del nostro tempo. Oltre 50 autori coinvolti lo dimostrano: A.V. Autino, G. Balducci, L. Barbieri, S. Battisti, M. Biuzzi, M. Blindflowers, P. Bruni, L. Calselli, R. Campa, J.C. Casalini, P. Casalino, T. Casula, A. Cattaneo, E. Cecconi, M. Centonze, V. Conte, Daco, Z. Ferrante, A. Fiore, S. Forty, D. Foschi, M. Francolini, A. Gaeta, L. Gallesi, M. Ganzaroli, S. Gessi, S. Giovannini, R. Guerra, Z. Istvan, G. Levi, P. Lotti, S. Lotti, G. Manias, P. Melandri, *Sante Monachesi ( D. Monachesi), A. Olivieri, R. Paura, V. Pignalosa, E.J. Pilia, C. Rocchio, G. Russo, A. Saccoccio, T. Saletnich, G. Scanavini, F. Scorza, L. Sgroi, L. Tallarico, M. Teti, V. Teti, Bruno V. Turra, Stefano Vaj.

INTERVISTA A SERGIO GESSI, giornalista (Direttore di Ferrara Italia) docente universitario, Ferrara.

D - Ritorno delle avanguardie... Mito nei tempi liquidi o azione-reazione necessaria per nuove mappe culturali fortI del nostro tempo?

R- (SERGIO GESSI) Le avanguardie, da sempre, svolgono un compito insostituibile: sorprendere, spiazzare, additare il nuovo, provocare e con ciò indurre alla riflessione e alla riconsiderazione dei paradigmi consolidati, dei consunti schemi. Sono la negazione dell'ovvio, il sovvertimento della tradizione, lo stimolo a far pieno e incondizionato uso dell'intelletto e della ragion critica. Oggi, in tempi anestetizzati dal conformismo e dominati da individui assuefatti all'esistente e incapaci di prefigurare inediti orizzonti, sono più che mai indispensabili. D - Un selfie 3.0... sul tuo testo "Libertà e responsabilità, le virtuose radici del futuro" nel volume digitale Futurismo Renaissance?

R- (SERGIO GESSI)

Ho composto un mosaico con frammenti che testimoniano la pluralità dei miei interessi e delle mie attività in ambito giornalistico e universitario. Spero che trafili da essi una comune matrice, riconducibile alla sempre attenta e rispettosa considerazione dell'altro, all'indisponibilità a tacere abusi e prevaricazioni, all'orientamento alla solidale coesistenza e all'affermazione dei principi di libertà, giustizia ed equità. *estratto/incipit da "Libertà e responsabilità, le virtuose radici del futuro"

1. Salvaguardiamo la satira, terapeutica libertà di pungere

"È il bambino che punta il dito e grida "il re è nudo". A un anno dalla strage di Charlie Hebdo si ripropone il dibattito sulla satira. Fastidiosa ma utile, ci mostra ciò che spesso non vediamo. Sbagliato pensare di regolamentarla su base etica, perché l'etica è disciplina individuale del comportamento, autoimposta secondo la logica dell'imperativo kantiano della quale dunque è artefice il soggetto stesso, ciascuno per sé. Quando invece si tenta di imporla la si trasforma in morale, ossia in un vincolo esterno, con il forte rischio di inciampare nel moralismo, cioè nella pretesa di condizionare su base valoriale le scelte di ognuno.

A limitare il comportamento e a tutelare i diritti di ciascuno da eventuali infrazioni opera la legge, cioè il codice giuridico che vincola l'azione definendo ciò che è lecito e ciò che non lo, e prescrivendo di conseguenza le sanzioni per i trasgressori. Al di là della legge ogni altro vincolo si configura come censura.

Oltre questo confine dunque anche l'autore satirico deve essere pienamente libero di esprimersi secondo estro e coscienza, proprio come l'artista. Perché come l'artista sovverte i paradigmi comuni, provoca e può essere urticante. Ma non va per questo sanzionato. La satira, poi, in particolare è sberleffo nei confronti del potere. Di ogni potere. Ed è una manifestazione di dissenso nonché una forma di esercizio del diritto di resistenza a qualsiasi pretesa di egemonia. E siccome la morale si pone sul piano della conformità mentre l'arte e la satira agiscono controcorrente e sono trasgressive, il giudizio non può essere di ordine morale".

...........................................................................................

*Biografia SERGIO GESSI (Ferrara), docente Unife (https://docente.unife.it/sergio.gessi/curr): svolge attività giornalistica da oltre trent'anni, è iscritto all'Ordine dei Giornalisti come professionista e attualmente dirige i quotidiani online Siti (www.rivistasitiunesco.it) e Ferraraitalia (www.ferraraitalia.it). Dal 2002 è docente a contratto all'Università di Ferrara, dal 2012 tiene il corso di Etica della Comunicazione e dell'informazione. E' stato responsabile dell'ufficio stampa del Comune di Ferrara, direttore del trimestrale di attualità e politica culturale "Siti" dell'Associazione italiana città Unesco, del quotidiano online Cronaca Comune, del periodico Piazza Municipale, del settimanale Ferrara&Ferrara; inoltre corrispondente di numerosi quotidiani, periodici, tv nazionali e locali (il Manifesto, l'Unità, il Sole 24 ore, Avvenimenti, 7 Gold, Gambero Rosso, Cuore, la Nuova Ferrara, Luci della città, Supplemento d'indagine, Econerre, Portici...), nonché caposervizio del quotidiano "La Cronaca" di Verona. Svolge attività didattica, è stato utor alla Scuola superiore di giornalismo dell'Università di Bologna e ha avuto incarichi per l'insegnamento di Teoria e tecniche della scrittura giornalistica, Organizzazione e gestione degli uffici stampa e Analisi del linguaggio giornalistico e dell'informazione all'Università di Ferrara, all'Università Iulm di Milano, all'Istituto per la formazione al giornalismo di Bologna e alla Scuola superiore di giornalismo dell'Università di Bologna. Nel novembre 2013 è stato relatore al convegno "Etica e comunicazione: appunti per una navigazione consapevole nell'era dell'informazione", organizzato a Roma dal ministero per lo Sviluppo economico. Ha anche svolto attività di formazione e aggiornamento professionale per Ordini dei Giornalisti e Associazioni stampa di Valle d'Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Basilicata. Si è laureato a pieni voti nel 1990 in Scienze politiche all'Università di Bologna con una tesi di Filosofia morale sul rapporto fra etica e politica in Kant discussa con il professor Pier Cesare Bori. INFO

FERRARA ITALIA...

https://www.ferraraitalia.it/author/sergio

AMAZON.IT FUTURISMO RENAISSANCE...

Futurismo Renaissance... Amazon - Kindle

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DELEYVA EDITORE

https://www.deleyvaeditore.com/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento