menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
????????????????????????????????????????????????????????????????????????-27

????????????????????????????????????????????????????????????????????????-27

Roma, il libro La signora dei Segreti di Candida Morvillo e Bruno Vespa raccoglie subito consensi

A Piazza Colonna nel palazzo Wedekind Gianni Letta, che ha lavorato e poi diretto il quotidiano romano il Tempo per oltre 30 anni, è tornato insieme a Francesco Micheli, e Paolo Mieli per presentare La Signora dei Segreti di Candida Morvillo e...

A Piazza Colonna nel palazzo Wedekind Gianni Letta, che ha lavorato e poi diretto il quotidiano romano il Tempo per oltre 30 anni, è tornato insieme a Francesco Micheli, e Paolo Mieli per presentare La Signora dei Segreti di Candida Morvillo e Bruno Vespa

Chi era questa signora dei segreti, Maria Angiolillo. Amore e potere nell'ultimo salotto d'Italia, che ha accolto in casa i potenti della prima e seconda repubblica nonché artisti come: De Sica, Fellini, De Filippo che erano diventati habitué di casa Angiolillo.

Però, abbiamo constatato un nostalgico ed emozionato Gianni Letta, che è tornato al palazzo, da cronista prima e da direttore dopo, quando decideva i temi del quotidiano fondato da Renato Angiolillo.

Ecco che Letta, con quella vena di melinconia, ha dato il suo tributo, affermando di tenersi per se i segreti a lui conosciuti, è per lady Angiolillo, padrona dell'ultimo salotto d'Italia.

Paolo Mieli, intervenuto con garbo in veste di presentatore, ma anche di storico qual è, ha detto che il libro farà storia e che quasi sicuramente di questo libro si farà un film, ha presentato l'altro interprete prima Francesco Micheli, che per venire a Roma, lui si occupava di alta finanza, lasciava tutto a Milano per partecipare alle famose cene romane di Trinità de Monti.

La "Signora dei segreti" di Candida Morvillo e Bruno Vespa, presentato al pubblico da Paolo Mieli e Francesco Micheli edito da Rizzoli è la prima biografia su Maria Angiolillo, la donna che nacque due volte. La prima anagraficamente nella periferia di una Milano, ma tenuta a ben distanza dalle scuire milanesi, perché di umili origini. La sua seconda nascita porta Maria al riscatto sociale diventando non spettatrice, ma protagonista, dei grandi affari politici ed economici che si chiudevano durante le cene a casa Angiolillo. Pranzi che resteranno nella storia non solo per la dovizia di particolari e varietà di menù ma anche e soprattutto per dei nomi di commensali, alcuni dei quali preferivano passare dalla porta di servizio, per non essere fotografati da Pizzi che li attendeva sulla scalinata di trinità de Monti. Anche perché ai tavoli sedevano Nobili, alti prelati, imprenditori, capi di stato, premier e ministri della prima e della seconda repubblica e molti di loro, sono venuti al palazzo Wedekind per rendere omaggio a Maria Angiolillo a cominciare da Donna Vittoria Leone, l'ex Ministro Dini con la moglie Donatella, Carla Fendi, Franco Carraro, Marisela Federici, Maddalena Letta, Carlo Rossella, Cesara Buonamici, Serena Autieri, insomma un parterre di tutto rispetto.

Giancarlo Flavi

fotoservizio Marcellino

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento