Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cultura

Roma, intervista a Vitaldo Conte, dopo Marinetti 70

Vitaldo Conte, tra i protagonisti autori di Marinetti 70  Sintesi della critica futurista, a c. di A. Saccoccio e R. Guerra, vedi link elenco autori completo Armando editore (2015), per il settantesimo della scomparsa (1994-2014 dicembre) di...

Vitaldo Conte, tra i protagonisti autori di Marinetti 70 Sintesi della critica futurista, a c. di A. Saccoccio e R. Guerra, vedi link elenco autori completo Armando editore (2015), per il settantesimo della scomparsa (1994-2014 dicembre) di Marinetti. Vitaldo Conte inoltre tra i relatori della recente presentazione (Galleria Edieuropa a Roma), 8 febbraio scorso, del libro stesso. *Vitaldo Conte, docente Accademia delle Belle Arti di Roma, in precedenza a Catania. (Photo Vitaldo Conte, areoperformance per Futurismo 100, 2009)

D- Vitaldo, Marinetti a 70 anni dalla scomparsa, è il download del 2014/15?

R- Il libro Marinetti 70, con il suo variegato panorama di interventi, risulta un qualificante "mettere in circuito" focalizzazioni storiche insieme a ipotesi e proposte. Queste ultime vertono sulla presenza del futurismo marinettiano nel corpo dell'attualità, sia come pensiero e sia come creazione a tutto campo, confrontandosi con le seduzioni di ogni possibile avanguardia di arte-vita... D- Conte, più che nello specifico, quali punti 1... 2 3. 0... secondo lei da evidenziare?

R- I punti da evidenziare sono quelli accennati nella domanda precedente. Ritengo che sia tempo ormai di archiviare il discorso sul Futurismo storico, senza rimanere ancorati alla celebrazione a tutti i costi delle ricorrenze delle sue espressioni, in quanto questo movimento è stato sviscerato nelle sue molteplici contaminazioni. Mentre può essere futuristicamente stimolante vedere dove questo può ancora vivere nell'oggi, soprattutto nell'azione-vita come arte in tutti i suoi aspetti: pulsionali, metapolitici, virtuali, performativi...

D- Vitaldo Conte, il suo contributo, Marinetti e i futuristi precursori delle poetiche totali e di quelle successive?

R- Il mio testo guarda Marinetti in relazione alla poesia visiva, che può disperdersi fino a divenire rumore e azione come arte. Tutto ciò è già un riferimento obbligato per le successive poetiche verbo-visuali e sonore italiane. Influenza rintracciabile anche attraverso la capillare teorizzazione dei suoi manifesti. Il Futurismo ricerca infatti una creazione globale e contigua dei vari linguaggi con un coinvolgimento di questi nella realtà quotidiana. La parola di Marinetti è un'autentica fuoriuscita, anche fisica, della parola, dal libro e dalla lettura tradizionale, assumendo elementi comportamentali di lirico coinvolgimento totale.

D- Vitaldo Conte (alias Vitaldix), non solo storici o critici nel nuovo background del futurismo, anche artisti e scrittori, all'orizzonte una nuova arte letteratura musica estetica futurista programmatica?

R- Sì, il nuovo background possibile, in cui può ancora vivere un'anima futurista, è proprio nella con-fusione di artisti-scrittori-musicisti. Nel loro diventare autori di una sinestesia desiderante con una a-programmazione on the road, reale e/o virtuale che sia, coniugando elementi consapevoli con frammenti casuali o condivisi con altri in un fluido "gioco del racconto aperto"...

D- Vitaldix (alias Vitaldo Conte) come sei presente in Marinetti 70?

R. Sono entrato con il rumore della voce e le sonorità in azione insieme alle T Rose... ascoltando le ancestralità e i suoni del corpo nei colloqui-brusii con l'altro e l'oltre. In questi con-testi di parola-suono-rumore convivono "tradizione" come origine e "avanguardia" come piacere di sperimentare in un continuum di rimandi e suggestioni che oltrepassano la catalogazione, essendoArte Totale. Come Vitaldo Conte ha chiuso il suo testo in Marinetti 70 Vitaldix si riconosce ne: "La bellezza di un'azione nella vita può essere già "poesia" con il "Creare vivendo" (Marinetti).

info

Vitaldo Conte o Vitaldix

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, intervista a Vitaldo Conte, dopo Marinetti 70

FrosinoneToday è in caricamento