Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cultura

Roma, Patrizia e Marco alla Casa delle Culture su Le Sedie di Ionesco

Una serata da non perdere alla Casa delle Culture, insieme ai bravissimi Patrizia D'Orsi e Marco Carlaccini (Compagnia Ginepro Nannelli), per un intelligente e coinvolgente  "studio sulla vecchiaia, appoggiati su Le Sedie di Ionesco" (fino al 22...

Una serata da non perdere alla Casa delle Culture, insieme ai bravissimi Patrizia D'Orsi e Marco Carlaccini (Compagnia Ginepro Nannelli), per un intelligente e coinvolgente "studio sulla vecchiaia, appoggiati su Le Sedie di Ionesco" (fino al 22 giugno, dal giovedì alla domenica). Sì, in effetti Marco e Patrizia si sono basati sul famoso testo del grande autore franco-romeno Eugene Ionesco, il padre del teatro dell'assurdo, per mettere in scena uno spettacolo nel quale si può ammirare ed apprezzare quanto i due interpreti hanno scritto sul programma di sala, ovvero che "stimolati dei due vecchi de Le Sedie di Ionesco, abbiamo voluto credere che la vecchiaia possa essere un abbandono progressivo del peso dei propri consumati ricordi per prepararsi al "grande viaggio"; in questa logica, il modo migliore per allontanare "la morbosa memoria", è rinnovarsi in continuazione; è così che i nostri due vecchi decidono di giocare al "gioco degli invitati" : racchiudono in sè la conoscenza, il senso della vita, la leggerezza, l'amore, il messaggio di salvezza, e si dibattono fra reali e fittizie amnesie, tra catarsi e deficit". Patrizia e Marco sono stati ottimamente affiancati, in questo riuscito ed avvincente spettacolo, dagli efficaci interventi sonori curati da Claudio Rovagna, dai costumi di Antonella D'Orsi Massimo, dal disegno luci di Giuseppe Romanelli e dal tecnico luci Giulia Belardi, con il perfetto servizio di comunicazione e stampa curato da Olga Carlaccini. Ricordo con grande affetto le mie prime esperienze, più di cinquanta anni or sono, nell' universo teatrale di Ionesco, il quale affermava "il mondo mi è incomprensibile, e aspetto qualcuno che me lo spieghi !"; e queste sensazioni le ho vissute in prima persona in occasione de Il Rinoceronte al Teatro Quirino con Valeria Moriconi, Glauco Mauri e Franco Enriquez, seguite negli anni successivi da La cantatrice calva, Delirio a due, La lezione, Amedeo, Jacques o la sottomissione, Il Re è morto, Il Pedone dell'aria, e così via, trovando, commedia dopo commedia, le risposte agli interrogativi posti da Ionesco; e molte di queste risposte le ho trovate proprio grazie ai numerosi spettacoli messi in scena alla Casa delle Culture da Marco e Patrizia sui testi di Ionesco. Ritengo quindi che assistere a questo spettacolo su Le Sedie possa essere molto interessante per tutti gli spettatori in generale, ma soprattutto per i giovani, in quanto troveranno e percepiranno due grandi ed esemplari prestazioni attoriali esibite su e con un magnetico testo di Ionesco. Ripeto, per concludere, repliche fino al 22 giugno, per uno spettacolo da non perdere alla Casa delle Culture, nel cuore di Trastevere, a via San Crisogono 45.

Franco Vivona

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, Patrizia e Marco alla Casa delle Culture su Le Sedie di Ionesco

FrosinoneToday è in caricamento