rotate-mobile
Cultura

Roma, presso l'Istituto Superiore Statale "Leon Battista Alberti" si terrà "Foibe ed Esodo: il dovere del Ricordo"

Giovedì 11 febbraio 2016, alle ore 11.00, presso l'Aula Magna dell'Istituto Superiore Statale "Leon Battista Alberti" di Roma si terrà "Foibe ed Esodo: il dovere del Ricordo" conferenza a cura del dott. Marino Micich, direttore dell'Archivio-Museo...

Giovedì 11 febbraio 2016, alle ore 11.00, presso l'Aula Magna dell'Istituto Superiore Statale "Leon Battista Alberti" di Roma si terrà "Foibe ed Esodo: il dovere del Ricordo" conferenza a cura del dott. Marino Micich, direttore dell'Archivio-Museo Storico di Fiume a Roma e Segretario Generale della Società di Studi Fiumani.

Sarà presente anche Gianclaudio De Angelini, vicepresidente dell'Associazione per la Cultura fiumana istriana e dalmata nel Lazio e verrà proiettato il dvd dal titolo "L'Esodo dei giuliano dalmati e le foibe", col finale che richiama i valori europei.

"L'incontro – sottolinea la Dirigente scolastica dott.ssa Carolina Guardiani – si lega a un progetto complessivo di rievocazione degli accadimenti storici a opera dell'Istituto Alberti, situato nello stesso Municipio nel quale ricade l'ex Villaggio Giuliano Dalmata dove, a partire dal 1946, si insediarono famiglie di esuli dalmati, fiumani e istriani".

A Roma, infatti, si fermarono circa 10.000 di quegli Esuli costretti ad abbandonare le proprie case in seguito all'annessione alla Jugoslavia dell'Istria e delle Isole del Quarnaro e agli accadimenti correlati, l'atrocità delle Foibe e l'epurazione "politica" da parte dell'esercito di Tito: circa 300.000 Italiani che pagarono un durissimo prezzo in seguito al conflitto tra gli Stati.

"Ricordare questo capitolo della storia del '900 - prosegue la dott.ssa Guardiani – è un nostro dovere per restituire alla storia la verità sulle foibe e sulla vicenda degli Italiani dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia; un dovere anche nei confronti dei nostri ragazzi e per chiunque creda nella Memoria come fondamenta della nazione".

"Attraverso il Ricordo c'è anche la possibilità di dialogo - mette in risalto il dott. Marino Micich - ed è in quest'ottica che stiamo lavorando da tempo con rappresentanti delle Istituzioni, come il Sindaco di Rijeka.

All'entrata del Museo di Fiume, a Roma, vi è la scritta Ai giovani, affinchè apprendendo la storia dei padri ne traggano sani principi e ricordino: al mondo dei giovani va affidata la storia di chi ha sofferto molto per salvaguardare la propria identità e condizione di uomo libero, perché sulle basi della tolleranza e del rispetto reciproco va costruito il rapporto tra i popoli dell'Europa futura".

CONTATTI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, presso l'Istituto Superiore Statale "Leon Battista Alberti" si terrà "Foibe ed Esodo: il dovere del Ricordo"

FrosinoneToday è in caricamento