Roma, recensione di Francesca Dimitrio "Una vita per un'altra" (FD Books)

Ricordate questi nomi protagonisti del romanzo giallo dell'autrice, Francesca Dimitrio di Roma  ("Una vita per un'altra", cartaceo ed eBook con bonus laterali):  il giudice Colasanti e soprattutto l'ispettore Cardarelli.  Non solo Montalbano, pur...

dimitrio-ultimo-libro

Ricordate questi nomi protagonisti del romanzo giallo dell'autrice, Francesca Dimitrio di Roma ("Una vita per un'altra", cartaceo ed eBook con bonus laterali): il giudice Colasanti e soprattutto l'ispettore Cardarelli. Non solo Montalbano, pur immenso e altre icone recenti italiane nella narrativa (e non solo) del genere attualmente più in voga.



Finalmente in tale area qualcosa di originale, fresco, verosimile, senza sovrastrutture extraletterarie, velleitarie alternative o mimetiche sudamericane o simile. Con tale romanzo si ritorna alGiallo per il Giallo, al Poliziesco per il Poliziesco, un linguaggio apparentemente semplice o lineare, scorrevolissimo e ipnotico, di forte evocazione proprio televisiva. Cardarelli e Colasanti anche come paradossali Sherlock Holmes and Doctor Watson, con una coreografia spiccatamente italiana (Mafia e Politica corrotta) eppure solo nella bella superficie identificabile con scenari narratologici e trame nazionali. Le trame spiccano eccome, persino internazionali, diversamente post guerra fredda per l'icona-Malavita- clan est europea, tuttavia la cifra globale trae linfa da una penna peculiarmente femminile che da un lato esalta l'intuizione naturale del coraggio, la curiosità e dell'intrigo, dall'altro, esalta una atipica civetteria traslata nella ricerca della verità indiziaria dove il mistero e la suspance sono tutt'uno nel divenire del lungo racconto e le sue ramificazioni sequenziali. In particolare, certa grande lezione sia delle origini del giallo fino alle sue espressioni più recenti e psicothriller di un John Grisham, oltre agli archetipi in certo senso degli stessi Jussi Adler Olsen, Camilla Lackberg (come puntualmente dichiarato in una recente intervista dell'autrice) distilla atmosfere sia anglosassoni/americane che nord europee, altre aree geoletterarie matrice del postgiallo noir o thriller, molto anche ormai storiche o emergenti (si pensi alla Scandinavia). Di italian style, resta semmai la trama nello e sullo sfondo, con l'ouverture drammatica (un suicidio apparentemente inspiegabile), la volontà solida della vedova protagonista che mette in moto la polizia italiana con l'aiuto di amiche altrettanto coraggiose, scoprendo dinamiche segrete e orizzonti del crimine e della miseria politicante, pericolosi e perturbanti.


Il tutto alimentato dalla ricerca e il ritorno del cuore perduto, quasi una task force al femminile d'equipe in sinergia vincente.... con l'ispettore Cardarelli e il giudice Colasanti, riassumendo e concludendo, potenziati dal cromatismo letteralmente giallo-rosa , un rosa con le spine .., superando anche stereotipi d'indagine a vantaggio della risoluzione del caso.





In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento