Martedì, 19 Ottobre 2021
Cultura

Roma,Al Teatro L'Aura colpi di scena e divertimento con il Bardo

Agli amici lettori, per iniziare nel migliore dei modi il nuovo anno, segnalo la brillante e divertente commedia in scena al Teatro L’Aura, zona viale Marconi, fino al 22 gennaio: una commedia scritta da Enzo Masci, e che vede sul palcoscenico ben...

Agli amici lettori, per iniziare nel migliore dei modi il nuovo anno, segnalo la brillante e divertente commedia in scena al Teatro L'Aura, zona viale Marconi, fino al 22 gennaio: una commedia scritta da Enzo Masci, e che vede sul palcoscenico ben sette attori, Maurizio Canforini, Valeria Iovino, Laura Monaco, Giulia Pelliciari, Giuseppe Renzo, Stefano Scaramuzzino, e Max Zanuzzi, ottimi protagonisti di 'E basta co' 'sto Shakespeare!'. Una commedia che scorre via veloce, con un ritmo indiavolato, grazie all'impegno e alla abilità degli attori, coinvolgendo e divertendo il folto pubblico presente dall'inizio alla fine, in un susseguirsi di colpi di scena. Si parte dalle prove di uno spettacolo d'avanguardia, strenuamente difeso dal "mecenate" della compagnia, una persona "nemica giurata" dei classici (e dei teatri frequentati da una qualsivoglia forma di pubblico pagante), uno spettacolo che vede tutti gli attori abbastanza perplessi, per non dire ostili. Ed ecco il colpo di scena: arriva un invito a preparare lo spettacolo di apertura per il World Shakespeare Festival a Londra! Perbacco, si tratta della occasione della vita! Ma come ha fatto quell'invito ad arrivare a loro? E soprattutto, che fare? Restare duri e puri, sconosciuti ma fedeli ai propri "ideali", o cedere alla tentazione del successo e rappresentare Lui, il 'Male', l''Orrore' da secoli incarnato in uomo, il mefistofelico William Shakespeare? Davanti all'odore della popolarità anche i princìpi più saldi vacillano, e il gruppo di attori si getta nell'epica impresa di portare in scena qualcosa di cui non sanno assolutamente nulla, tra bugie e improvvisazioni, reclutando anche una vistosa "attrice russa", le cui effettive doti artistiche sono tutte da scoprire. In un crescendo di risate, mescolate a celebri brani delle opere del Bardo, il pubblico è così portato a conoscere uno Shakespeare mai visto (ma anche il Bardo, certamente, in quattrocento anni, non si è mai trovato in una situazione del genere!). In un modo o nell'altro, la compagnia riesce a portare lo spettacolo a Londra, con l'onore, il prestigio e la responsabilità di essere addirittura "lo spettacolo che inaugura il festival, alla presenza della Regina"! Ma la "prima" finisce male, anzi non termina nemmeno, perché lo spettacolo viene interrotto dall' ira e dalle violente reazioni del pubblico, e della Regina in persona! Il tutto ovviamente trova risalto sui giornali inglesi, con una grande evidenza, che però diventa una imprevedibile àncora di salvataggio per la compagnia stessa, in quanto, anche per la provvidenziale intermediazione della "attrice russa", arriva un invito per un festival teatrale a Mosca! Insomma, un colpo di scena dietro l'altro, un ritmo travolgente dall'inizio alla fine, sette attori bravi, convinti e convincenti nella loro "sana follia artistica", e il pubblico applaude lungamente e ringrazia per la bella e piacevole serata passata al Teatro L'Aura (repliche fino al 22 gennaio).

Franco Vivona

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma,Al Teatro L'Aura colpi di scena e divertimento con il Bardo

FrosinoneToday è in caricamento