Russell Crowe e Ryan Gosling a Roma per presentare The Nice Guys

A Los Angeles, negli anni '70, tra rivolte studentesche, droga e politici senza scrupoli, Holland March e Jackson Healy indagano sul caso di una ragazza scomparsa, una pornostar uccisa e il malaffare legato allo smog. I tre elementi si riveleranno...

A Los Angeles, negli anni '70, tra rivolte studentesche, droga e politici senza scrupoli, Holland March e Jackson Healy indagano sul caso di una ragazza scomparsa, una pornostar uccisa e il malaffare legato allo smog. I tre elementi si riveleranno legati tra loro. I due sono complementari per intuizioni e tattica, li aiuterà la figlia di March con le giuste intuizioni.

Shane Black ha una discreta esperienza nella scrittura dei cosiddetti “buddy-movies” film in cui due personaggi, spesso caratterialmente opposti vengono invischiati in un'avventura che li lega indissolubilmente. Black ha infatti scritto Arma letale film icona del genere, con Mel Gibson e Danny Glover, di cui questo The nice guys ricalca le orme, con qualche variazione.

Il film ha poi dalla sua l'ambientazione temporale, che è di tutto fascino: come in Vizio di forma ottimo film dello scorso anno, scritto da Thomas Pynchon e portato sugli schermi da Paul Thomas Anderson, ci troviamo in California negli anni '70, periodo in cui tutto sembrava essere possibile e i costumi erano più facili, i colori più accesi, le droghe accessibili, la rivolta contro il sistema era il pane quotidiano. La politica, venduta secondo il film alle multinazionali, e qui Black insinua nella leggerezza del film anche un pensiero politico sullo stato delle cose, è incarnato da Kim Basinger, funzionario del dipartimento della giustizia, vera dark lady senza scrupoli.

Nella scrittura di questo noir si alternano momenti di tensione a momenti più giocosi, così come afferma il regista in conferenza stampa: “Quello che ho sempre voluto fare è giocare a decostruire il genere, io credo che l'errore più grave che si possa fare è pensare che un film debba essere per forza di un'unica tonalità: invece una storia noir con momenti di humour secondo me è più equilibrata, e anche più vicina alla realtà di tutti i giorni”.

Un altro elemento che funziona molto è la dinamica tra i due personaggi; Ryan Gosling e Russell Crowe affermano di aver preso seriamente il compito di dover far ridere, missione che secondo Gosling è molto più difficile, ma anche più immediata per un attore: “quando si tratta di commedia la risposta è unica: funziona se fa ridere, altrimenti non funziona. Nei ruoli drammatici non sai mai se il tuo lavoro di creazione del personaggio sta arrivando al pubblico come lo hai pensato tu, perchè l'interpretazione è soggettiva, al contrario della risata”, afferma.

Il suo ruolo di detective un po' distratto è di fatto lontano dalle interpretazioni intense e affascinanti dei suoi personaggi in Drive e Solo Dio perdona, killer spietati dalle poche parole, in questa pellicola Gosling parla molto, e, per contratto, spesso parla a caso e fa molto ridere.

A completare il ragionamento sulla commedia e sul buddy-movie, Crowe afferma come non ci si possa ispirare ad altre coppie famose, perchè alla fine i personaggi sono scritti nella sceneggiatura, ma che ovviamente da attori è impossibile non considerare le performance delle coppie famose dello schermo: da Stanlio e Ollio a Richard Pryor e Gene Wilder, tutte che funzionavano perchè erano fisicamente molto diverse, così come la loro in questo film.

The Nice guys esce in sala il prossimo 1 giugno ed è stato presentato fuori concorso all'ultimo festival di Cannes.

Alice Vivona

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento