menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Vito, al teatro Caesar consegnato il premio alla carriera a Vanessa Gravina dopo lo spettacolo con Edoardo Siravo

Si è chiuso con il premio alla carriera consegnato alla brava e bella attrice Vanessa Gravina la serata teatrale che ha visto protagonisti la stessa Gravina ed Edoardo Siravo in Fra…intendimenti d’amore, nel teatro Casear  di San Vito Romano.

Si è chiuso con il premio alla carriera consegnato alla brava e bella attrice Vanessa Gravina la serata teatrale che ha visto protagonisti la stessa Gravina ed Edoardo Siravo in Fra?intendimenti d'amore, nel teatro Casear di San Vito Romano.

Ce la sta mettendo davvero tutta il direttore artistico Ulisse Marco Petrignani per far crescere il bellissimo "teatro Casear", dove dal 26 ottobre scorso è iniziata una brillante programmazione con "Mi hanno rimasto solo" con Michele la Ginestra e che si chiuderà il 12 Aprile con Napoli Milionaria, con Margherita Rago, Ugo Piastrella e Ciro Girardi e buon ultimo nel mese di Maggio, domenica 10 con la rappresentazione teatrale Sabato, Domenica, Lunedì, sempre con gli artisti Margherita Rago, Ugo Piastrella e Ciro Girardi. Peraltro una programmazione che ha visto protagonisti anche diverse scuole del comprensorio con il Premio Ribalta 2014/2015 ( festival Nazionale di Teatro per Nuove Generazioni). Ma veniamo all'ultima esibizione di Vanessa Gravina e di Edoardo Siravo Fra?intendimenti d'amore, inventato di sana pianta dallo stesso Siravo, per un recital a due voci accompagnati da un fisarmonicista abruzzese, che vive a Roma, hanno affrontato un viaggio ironico poetico e musicale attorno al sentimento più complesso e insondabile di tutti i tempi: l'amore. Partendo dai più classici Simonide, Saffo Catullo, e passeggiando attraverso gli eterni Dante e Shakespeare per arrivare al Foscolo, Fogazzano, Flaiano, Neruda, Prevert, Trilussa, e infine ai nostri giorni con Merini, Benni e Tabucchi. L'opera ha avuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le attività Culturali, della Regione Lazio, della Provincia di Roma, della città di Velletri e soprattutto del Comune di San Vito Romano, il cui sindaco Maurizio Pasquali, che ha premiato Vanessa Gravina, nel ringraziare gli attori ha evidenziato lo sforzo che sta facendo il comune per mantenere in piedi questa bellissima struttura teatrale, che non può essere limitata solamente alla cittadina di San Vito, ma il richiamo deve comunque andare alle vicine Bellegra e Olevano Romano ed a tutti i paesi della valle del Giovenzano. Alla fine della serata abbiamo avvicinato l'attrice Vanessa Gravina. Un premio alla Carriera cosa vuol dire per te? Cominciano a darmeli è un segnale? mamma mia.. stiamo andando avanti nel tempo e negli anni , però è una grandissima soddisfazione. Poi con un teatro così bello, pronto alla cultura capace di emozionarsi e anche di divertirsi e mi auguro che sia l'inizio di altre occasioni che non mancheranno. Io non conoscevo San Vito , Conoscevo Olevano Romano dove c'ero stato in altri momenti, e la strada che abbiamo fatto uscendo da questa campagna soleggiata, meravigliosa è stata davvero una bellissima cosa. Spero di tornare presto". Questi Fra..intendimenti, ve li siete inventati al momento oppure era tutta una parte preparata: "Questo meraviglioso recital è nato 13 anni fa abbiamo toccato tantissime piazze ed ogni volte che lo facciamo c'è sempre un'emozione che si rinnova e un mix equilibrato dove chiaramente tiriamo fuori tante cose anche nostre ovviamente. C'è anche un certo affiatamento perché ci stimiamo molto e ci divertiamo a farlo e ci emozioniamo sempre e questo credo sia importante". "E' una cosa che mi inventai con la recitazione, la musica, la danza, la lirica. Sono stato uno dei primi - ci spiega invece Edoardo Siravo - a fare i recital, che in questo periodo funzionano bene, perché si riesce a comunicare le cose belle e delle emozioni che deve dare un attore, questo sono le emozioni che deve dare il teatro e credo che anche questa sera ci siamo riusciti questa sera, ma ci stiamo riuscendo da tanti anni e con vanessa sono 13 anni che lo facciamo ed è sempre andato molto bene perché ci sono tante cose che si sono studiate a scuola e poi si perdono, invece in questo modo si sente emozionato. Cosa Stai preparando? Andrò a Sezze a fare il Ponzio Pilato nella processione e questa estate farò con Ninetto Davoli, un caro amico, una commedia tratta da Plauto tradotta da Pasolini il Mantone, per il quarantennale della sua morte. A Settembre prossimo il premio alla carriera sarà consegnato a Massimo Ranieri che ha assicurato la presenza a San Vito Romano. Giancarlo Flavi
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento