rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cultura Sant'Elia Fiumerapido

A Sant’Elia Fiumerapido si attiva il Patto per la lettura

I soggetti pubblici e privati sono invitati ad aderire al Patto per collaborare insieme all’Amministrazione comunale all’ideazione di eventi e rassegne dedicate appunto alla lettura

Con l’approvazione della delibera proposta dall'assessora alla biblioteca Cecilia Roncone, è ufficialmente partita la candidatura del Comune di Sant’Elia Fiumerapido all’iniziativa proposta da “Il Centro per il Libro e la Lettura”, Istituto autonomo del Ministero della Cultura che dipende dalla Direzione Generale Biblioteche e diritto d’autore.

La lettura non è solo una passione, ma rappresenta una risorsa strategica su cui investire per lo sviluppo culturale, sociale ed economico delle comunità – ha affermato l’assessore Cecilia Roncone – Anche la nostra città intende quindi sostenere tale sviluppo, attraverso la diffusione della lettura come valore identificativo e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. E farlo attraverso la realizzazione di una rete di collaborazione con le realtà operanti nel territorio rappresenta senza dubbio la strada giusta da percorrere”.

Requisito fondamentale per ottenere la qualifica di “Città che legge”, è la stipula del “Patto per la Lettura”, per questo l’Amministrazione Comunale ha lavorato affinché anche Sant’Elia potesse dotarsi di tale strumento.  Uno strumento di governance, riconosciuto dalla legge 15/2020 “Disposizioni per la promozione e il sostegno della lettura “, per allargare la base dei lettori e delle lettrici abituali e consolidare le abitudini di lettura, per avvicinare alla lettura i non lettori, i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze, per rendere la lettura accessibile, senza lasciare indietro le categorie più fragili. I sottoscrittori del Patto, non solo potranno dare continuità e vigore alle iniziative di promozione della lettura già collaudate sul territorio, ma potranno svilupparne di nuove e innovative, divenendo incubatori di idee e terreno fertile da cui far germogliare e crescere nuovi progetti, in quanto la sottoscrizione del documento garantisce, all’amministrazione, la possibilità di partecipare a bandi per ottenere finanziamenti “Cepell” destinati a progetti di promozione della lettura.

“Un’opportunità da non perdere per un comune come il nostro che ha iniziato un percorso  volto ad organizzare e patrocinare iniziative in favore della lettura – dichiara il sindaco Roberto Angelosanto e che intende continuare a farlo con sempre più costanza. E immaginare un territorio unito e collaborante in ciò, so bene che rappresenta un sogno ambizioso, ma non tentare significherebbe privarsi di una grande innovazione. Per questo spero in una meravigliosa e proficua adesione delle realtà presenti sul territorio”.

Il Patto per la lettura si configurerà come una “consulta”, i cui aderenti potranno essere parte attiva nella proposta, nella progettazione e nella promozione di attività legate al mondo del libro. La rete variegata di quanti  vorranno aderire a questa iniziativa, rappresenta il vero punto forte per riuscire a promuovere l’attività di lettura nelle frange più diverse della società, nella prospettiva comune che la lettura può rappresentare uno strumento di arricchimento culturale e di coesione sociale.

Al “Patto” possono aderire: istituti scolastici, associazioni culturali ed ETS, biblioteche, librerie e case editrici, parrocchie, istituti bancari, fondazioni, operatori economici, altri enti pubblici e privati, ma anche gruppi informali che si riconoscono nelle finalità dell’accordo. L’adesione dovrà avvenire entro il 18 marzo 2022 con le modalità indicate sul sito dell’ente comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Sant’Elia Fiumerapido si attiva il Patto per la lettura

FrosinoneToday è in caricamento