Serata di gala per il sociale con il Premio Colosseo d'Oro

Tra gli illustri premiati lo chef segnino Marco Graziosi e l'imprenditore agricolo palianese Mariano Donati

Si è svolta nei giorni scorsi la cerimonia di premiazione che ha visto insignire del premio Colosseo d’oro numerose personalità  di spicco italiane e internazionali,  il tutto nella splendida cornice dell’hotel Parco dei Principi di Roma.

Il premio, giunto alla sua 27esima edizione, è organizzato dalla F.E.A.L.P. (federazione europea autonoma lavoro e professioni) e dal suo presidente dott. Franco Moschetti, e viene consegnato alla personalità che si sono distinte nelle propria professione, nel sociale, nella cooperazione internazionale, nello sport, nella scienza e nella cultura fornendo il loro contributo allo sviluppo e alla crescita di una coscienza etica per sensibilizzare le imprese e l’opinione pubblica su temi legati alla responsabilità sociale e alla sostenibilità. La prestigiosa cerimonia aveva come scopo precipuo anche la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla sclerosi multipla e per questo è stata patrocinata dall’associazione “Progetto Armonia”.

I premiati

Il premio Colosseo d’oro è dedicato al celebre statista e uomo politico Giulio Andreotti. La cena di gala ha visto la partecipazione di numerose personalità del panorama politico, dello spettacolo e della cultura nazionale ed internazionale. La manifestazione è stata magistralmente guidata dal noto volto della tv italiana Valerio Merola, coadiuvato dall’attrice Paola Delli Colli. Tra i premiati ci sono state personalità illustri come Sandro Giacobbe, famoso cantante ed artista a 360 gradi che ha allietato tutti gli ospiti presenti con  un medley delle sue canzoni più celebri . Tra gli altri premiati il cabarettista Gabriele Marconi, l’illusionista  Heldin che si esibito anche per Papa Francesco , gli Stornellatori romaneschi nella persona di Riccardo Amici, ambasciatori del folklore musicale romano nel mondo, il console onorario del Veneto Marco Manente, George Mustang e il giornalista Marco Ravaioli. Tra gli illustri premiati ricordiamo due personalità che rappresentano altrettante eccellenze della nostra zona dei Monti Lepini: lo chef Marco Graziosi, titolare del celebre ristorante Panorama di Segni e Mariano Donati dell’azienda agricola omonima che rappresenta anch’essa una tradizione nella zona.

L’ illustre rappresentanza maltese

Nel parterre di pregio spiccava la rappresentanza del popolo maltese giunta a Roma proprio per l’occasione. Tra tutti il ministro dell’economia e dell’industria On.le Dott. Christian Cardona, tra i primi a ricevere il prestigioso riconoscimento.  Lo stesso On.le Cardona ha commentato “ E’ un onore essere qui per un’occasione del genere.L’ Italia e Malta sono due paesi affini per molti. E come membro del Governo non posso non essere d’accordo con quanto sostenuto finora e non posso esimermi dalla lotta per il sociale a vantaggio di criteri economici. Mi auguro che i rapporti tra l’Italia e Malta siano sempre più stretti e proseguano sulla strada già intrapresa”. Tra i premiati ancora si citano  S.E. dott.ssa Anna Maria Cascone, baronessa di Biggini, ambasciatrice del Cavalierato di Malta, il dott. Joseph Aquilina, direttore della banda musicale S. Giorgio, il dott. Jospeh D’Elia presidente di Palazzo Paolino Vassallo e il vice presidente S.E. dott.ssa Alison Zerafa Civelli, S.E. Dott.ssa Mary Prega Minthoff On.le presidente della Repubblica di Malta, Joseph Marcieca, il director security service di Malta e S.E. Mario Grech Vescovo di Gozo e tante altre illustri personalità come simbolo di un rapporto in fase di crescita con la comunità maltese.  

Il commento di Moschetti

La serata è stata animata dallo show ideato e curato da Merola “Bravissima” con le ragazze che si sono cimentate dimostrando i loro talenti nella danza, nel canto, nella moda e nel teatro. Una serata ricca di emozioni in cui non si è parlato solo di arte o di cultura ma di ‘vita’ con i racconti di ognuno soprattutto quello dell’ esperienza dell’imprenditore Luigi Seclì, malato di sclerosi che ha toccato tutti i presenti e le parole dello stesso organizzatore dott. Moschetti “E’ un onore essere qui in questa serata e avere come ospite la delegazione di un paese come Malta e in particolare il ministro Cardona che da sempre si batte per tenere alto l’impegno nel sociale come facciamo noi della F.E.A.L.P.  Questa manifestazione è dedicata a mia sorella, morta di sclerosi a soli 32 anni ma non vuole essere solo un tributo, vuole essere una prova di un impegno costante perché uniti possiamo fare molto. Le istituzioni sembrano aver dimenticato la battaglia necessaria per il sociale e per i malati, noi siamo sempre pronti a tendere la mano a qualcuno che soffre. Dobbiamo fare rete, creare una vera e propria catena per fornire a tutti libertà e conforto.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento