Venerdì, 30 Luglio 2021
Cultura

Serrone, presentato il libro “L’ultimo sguardo prima del Cielo” di Padre Gianfranco Grieco

Sono emersi durante l'evento nuovi aneddoti che hanno fatto conoscere meglio la personalità di Padre Quirico Pignalberi

Sono due i fatti nuovi emersi durante la presentazione del libro: “L’ultimo sguardo prima del cielo” di Padre Gianfranco Grieco, dedicato al venerabile Padre Quirico Pignalberi, che si è svolta presso la parrocchia di San Pietro Apostolo a Serrone,

Le guerre vissute da Padre Quirico

Il Sorriso e la guerra vissuta dal venerabile, che sul libro era appena accennata. La guerra. Altro Episodio di un certo rilievo poi è stato raccontato dal Gen. Carlo Felice Corsetti che ha raccontato i momenti della guerra vissuti da Padre Quirico,il quale per evitare le bombe si andava a nascondere con gli altri frati nella grotta del Beato Andrea, ma non erano le bombe dei tedeschi, ma anche quelle degli 'amici' americani, perché non sapeva che i tedeschi erano già andati via. “Credo che padre Quirico sia stato formato anche spiritualmente dalla due lunghe guerre mondiali.  - conferma il gen Corsetti - Senso del dovere, del sacrificio, dell’altruismo non sono solo militari ma soprattutto virtù religiose, perché sublimate da un quotidiano donarsi al prossimo, al fratello, al bisognoso, all’indigente. Anche questo è stato padre Quirico, figlio illustre della nostra terra di Ciociaria. Ed è anche per questo suo sacrificio “civile” che ha fatto per gli altri  che noi oggi lo vogliamo onorare  e ringraziare per il suo esempio di vita”.

Il sorriso di Padre Quirico

Il ricordo del sorriso di Padre Quirico è davvero una cosa nuova, perché in pubblico il padre maestro era sempre molto austero. Giancarlo Flavi lo ricorda così: Io potevo avere 17-18 anni e ricordo quando Padre Quirico, con il sacco mezzo pieno sulla  spalla, si presentava nella mia casa a Serrone, in Via Cavour 51, ed aveva sempre il sorriso quando vedeva mamma Chiarina Flavi . Lei lo accoglieva, ricambiando sempre anch'ella con un grande sorriso. Dopo uno scambio di saluti, mamma scendeva in cantina e prendeva una bottiglia di olio e la consegnava al frate. Ma quello che mi ha colpito- aggiunge Flavi- è che i due si vedevano  sempre con immensa gioia e confabulavano spesso. Vedere mia madre e Padre Quirico sorridere era emozionante. Questo gesto rendeva felici  anche i miei  fratelli, Pierluigi- oggi diacono della chiesa cattolica romana -ed Elisa , la buona, che abbiamo perso un paio di anni fa, ed alla quale va il mio personale deferente saluto. Un Sorriso che scaturiva dal fondo del cuore per entrambi  forse perché mamma conosceva bene già l’umiltà e la bontà di questo frate proveniente dalle campagne di Serrone, dalla frazione del Collepetto, che nel borgo arrivava sempre fiero e pieno di buone parole” 

Le testimonianze

Molto intensa l' introduzione spirituale del parroco Don Primo Martinuzzi, che è andato a rileggere il pezzo più 'spirituale' che padre Gianfranco ha scritto nel libro. Interessante anche la testimonianza del sindaco di Serrone, Natale Nucheli che ha raccontato quando gli è arrivata la notizia che Padre Quirico era stato proclamato venerabile ed è stato costretto a rileggere velocemente tutta la storia della sua vita.Infine, l’autore Padre Gianfranco Grieco, con la sua verve di grande e fine oratore, ha graziato la vasta platea con le sue considerazioni sul Padre Maestro.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serrone, presentato il libro “L’ultimo sguardo prima del Cielo” di Padre Gianfranco Grieco

FrosinoneToday è in caricamento