Cultura

Serrone, Re Magi “scortati “ dai costumi Storici Ciociari

Di Giancarlo Flavi. Dopo aver attraversato il presepe a grandezza Naturale  i Re Magi, Gaspare,  Melchiorre e Baldassare (vestiti con i costumi storici, dell’ Ass. Cult. Gruppo Storico

Di Giancarlo Flavi. Dopo aver attraversato il presepe a grandezza Naturale i Re Magi, Gaspare, Melchiorre e Baldassare (vestiti con i costumi storici, dell' Ass. Cult. Gruppo Storico

"Quando il Papa era Re") hanno consegnato i doni: oro, incenso e mirra davanti alla figura centrale del presepe nelle mani di Don Piero Isola e del Diacono Pierluigi Flavi. Subito dopo nella vetusta chiesa di San Pietro Apostolo è stata celebrata la Santa Messa, dove è stato ricordato il valore dei doni al Signore e chiusa con il bacio del bambinello.

Come ogni anno, ormai da 19 lustri, si è chiusa la grande manifestazione durata circa un mese del Natale a Serrone, che ha visto arrivare migliaia di visitatori che hanno riempito il borgo. Mentre i Costumi storici hanno completato con le loro figure vere il Presepe, perché andate ad aggiungersi a quello esistente, mischiandosi e creando così un bellissimo connubio. Nonostante il pungente freddo l'associazione "Quando il Papa era Re" che dalla "memoria del Passato traendo da esso valori e motivazioni per la vita di oggi, quali la riscoperta il mantenimento, la valorizzazione e la diffusione delle più autentiche tradizioni storiche, sociali e relegiose" invita a meditare ed a partecipare al fine di "permettere lo sviluppo e incremento della creazione artistica del posto".

Il freddo non ha consentito il prolungarsi della cerimonia e il volo della befana in parapendio che comunque è arrivata in "piazzitella" distribuendo doni ai più piccini, mentre i "costumi" veri hanno distribuito bruschetta, vino cesanese DOCG e soprattutto un'ottima pasta e fagioli per riscaldare gli infreddoliti astanti.

N.B. Sotto la seguenza fotografica dell'intera manifestazione, all'interno del Presepe a Grandezza Naturale sono incastonate foto di persone vere e i personaggi del presepe. La 20^ edizione 2017/2018 dovrebbe avere ancora più spessore, anche perché sentiamo che il paese sta cambiando e sa essere più accogliente per il turismo non solo d'estate ma anche d'inverno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serrone, Re Magi “scortati “ dai costumi Storici Ciociari

FrosinoneToday è in caricamento