Serrone, Siravo e Aurisio strappano applausi a scena aperta al parco San Rocco

Di Giancarlo Flavi Il Grande teatro approda nel Nord della Ciociaria con il progetto “Serrone Festival incontr’Art”, per l’estate organizzata dal Comune di Serrone e dalla Regione Lazio. Lunghi e scroscianti  applausi per i monologhi degli...

Serrone Siravo Aurisio 1

Di Giancarlo Flavi

Il Grande teatro approda nel Nord della Ciociaria con il progetto “Serrone Festival incontr’Art”, per l’estate organizzata dal Comune di Serrone e dalla Regione Lazio. Lunghi e scroscianti applausi per i monologhi degli attori Siravo e Aurisio.

Serrone Pubblico per Siravo

A calcare il palco naturale del Parco San Rocco sabato sera sono stati: il grande Edoardo Siravo e Gino Aurisio ( quest’ultimo direttore artistico della Kermesse) i quali si sono cimentati in un simpatico dialogo dal titolo "Roma/Napoli Andata e Ritorno" recitando così i più bei pezzi di Trilussa e Belli. Sono stati due simpatici monologhi che hanno spesso visto applaudire il numeroso pubblico presente, anche perché alcune poesie e brani erano già molto conosciuti. Bello anche lo spettacolo degli artisti di strada che hanno intrattenuto i piccoli, molto attenti alle loro esibizioni. Sfiziosa anche l’area dello Street Food, allestita in piazza Romolo Fulli, molto partecipata con la cucina Toscana e Siciliana. Questa sera 6 Agosto si replica con Debora Caprioglio in Debora’s Love. L’inizio è previsto per le ore 19, l’ingresso è gratuito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento