Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Serrone, tante personalità per la 26^ edizione del Premio Rocca D’Oro

Si è conclusa con un “duello canoro” a cappella presso il ristorante Il San Michele tra il baritono Commendatore Dino Valle e il soprano Beatrice Mercuri la 26esima edizione del premio “Rocca D’oro” 2015 alla professionalità. Nella...

Si è conclusa con un “duello canoro” a cappella presso il ristorante Il San Michele tra il baritono Commendatore Dino Valle e il soprano Beatrice Mercuri la 26esima edizione del premio “Rocca D’oro” 2015 alla professionalità.

Nella splendida ed intima cornice di Piazza Mons. Mario Proietto Conti, tra il museo dei costumi teatrali donato al Comune di Serrone dalla sarta Bice Minori e la millenaria chiesa di San Pietro, sono stati consegnati i premi: una scultura in legno del serronese Ciano Sperati e le splendide stampe, 50 in tutto, con l’annullo postale speciale emesso da Poste Italiane su logo ispirato alla Pace realizzato dalla scultrice anagnina Donatella Gismondi ed una di esse è stata bollata addirittura dal Sig. Prefetto di Frosinone Dott.ssa Emilia Zarrilli.

A dare il là alla serata sono state le poesie jazzistiche con Stefania Patanè, Carlo Cittadini, Maurizio Marino e Stefano Pacioni.

E’ stata la collega di teleregione Toscana Laura Olimpia Sani ad introdurre la serata dicendo che il numero 26 sarebbe stato fortunato. Poi il vero mattatore della serata, che conosceva tutti i premiati, è stato il collega Giancarlo Flavi, inventore di questa grande iniziativa culturale, che ha evidenziato il perché dello spostamento di questa manifestazione nella piazza centrale del borgo, dove nel lontano 2008 due grandi artisti del teatro italiano Silvio Spaccesi e Rosaura Marchi, morti entrambi qualche mese fa, recitarono A Livella del mitico Totò e l’infinito di Leopardi e come per magia da lontano un’altro grande artista Italiano Giorgio Cuscito teneva il tempo con il sax.

Poi ha preso il via la serata con la consegna della prestigiosa Rocca artigianale alla scultrice Donatella Gismondi e allo stesso Sperati. Non sono mancate parole di incoraggiamento da parte del Sig. Prefetto Zarrilli, che ha ricevuto il premio con un gran finale, per la rigenerazione della Valle del Sacco, che ha potuto ammirare dall’alto del Borgo di Serrone e di apprezzamento per l’iniziativa culturale realizzata con solo fondi privati. Tra i presenti nel prestigioso parterre e madrina della serata la Sig.ra Gaia Masci Verdi (pronipote del grande musicista italiano Giuseppe Verdi), il consigliere d’ambasciata Fabio Cassani Pironti, il Generale Carlo Felice Corsetti, il vice presidente dell’Ordine dei Giornalisti Gino Falleri, il giornalista della Stampa Estera di Roma Roberto Simon, il presidente del circolo dei giornalisti Ciociari Cav. Maurizio Lozzi, il Capitano dei Carabinieri della Compagnia di Anagni Sig. Camillo Meo e numerosi personaggi che stanno portando in alto la Ciociaria a cominciare da Donato Simoncelli (erborista Ciociaro di Sora), Americo Quattrociocchi (eccellente produttore di Olio di Alatri già premiato nel 2015 come migliore azienda del mondo), Maurizio Turriziani (grande musicista contrabbasso Ciociaro), Marcello Grossi (Grandimpiati-Frosinone), la Dott.ssa Anna Battisti (direttore acqua terme e golf nonché dello stabilimento di Fiuggi) e l’altro ciociaro ma emigrato in America Dino Valle ( baritono verdiano). La scienza è stata rappresentata dalla Prof. Barbara Ensoli (direttore centro AIDS dell’istituto Superiore di Sanità).

Gran finale immortalato con la foto sul palco con il Prefetto di Frosinone Dott.ssa Emilia Zarrilli, Il Contrammiraglio Pasquale Guerra (sposato in Ciociaria a Sant’Ambrogio sul Garigliano) e il Vice prefetto Consigliere della Presidenza della Repubblica Dott. Pietro Alberto Lucchetti di Arce premiati dal Sindaco, che inizialmente aveva salutato l’arrivo di tutti gli ospiti affiancato dalla delegata alla cultura Damizia.

I momenti internazionali sono stati evidenziati con la presenza dell’industriale Cinese Andrea Chin (grande albergatore romano) e dallo Spagnolo Dott. Prof. Alfonso de Ceballos –Escalera y Gila (Marchese de la floresta, Visconte d’Aiala e Duca d’Ostuni). Altri illustri premiati il Sig. Sergio Miccu ( presidente pizzaioli di Napoli e organizzatore della grande manifestazione su via Caracciolo dove porta, nei quattro giorni, oltre 500.000 persone ed ha fatto anche una conferenza stampa a New York, al giovane Regista Dario Valerio Baldi Pergami Belluzzi e all’ Avv. Laura Nuccetelli (avvocato dell’INPS) e ovviamente la giovane mezzosoprano Beatrice Mercuri.

Inoltre, l’artista serronese Ciano Sperati ha messo in mostra la sua arte con le sculture in legno presso la fontana di Piazza Plebiscito prima e poi al ristorante.

L’aperitivo è stato servito con il vino cesanese DOCG e passerina IGT di Serrone di Giovanni e Mario Terenzi insieme alle ciambelle ed alla salamella serronese di Fausto Minori presentate dalle ragazze dalla Pro Loco di Piglio.

Per gli amanti del collezionismo artistico e di filatelia l’Associazione Culturale “Rocca D’oro” ha messo in vendita le stampe degli ultimi 20 loghi (su 48) ritoccati a mano da Donatella Gismondi e 50 cartoline annullate o semplici (per info contattare 335/5326888).

Video popolari

Serrone, tante personalità per la 26^ edizione del Premio Rocca D’Oro

FrosinoneToday è in caricamento