Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cultura

“Sora a occhi chiusi”, la città diventa più inclusiva

Sarà scoperta una targa informativo-sensoriale a caratteri Braille che consentirà alle persone con disabilità visiva di poter conoscere le bellezze storiche del percorso dell’Archeotrekking di S. Casto

Rendere Sora inclusiva, sicura, resiliente e sostenibile. È questo l’obiettivo di “Sora a occhi chiusi”, il progetto con il quale il CAI Sezione di Sora aderisce ai principi dell’AGENDA 2030 per lo sviluppo sostenibile (un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU).

In collaborazione con il Comune di Sora, venerdì 16 luglio 2021, alle ore 9.30, sarà scoperta una targa informativo-sensoriale a caratteri Braille che consentirà alle persone con disabilità visiva di poter conoscere le bellezze storiche del percorso dell’Archeotrekking di S. Casto.

La tabella sarà mostrata ufficialmente al pubblico nel corso di una piccola cerimonia all’inizio di via Ravo (fianco Cattedrale di Sora) alla presenza del Sindaco Roberto De Donatis e dei rappresentanti dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti.

Il progetto “Sora a occhi chiusi” rientra anche all’interno delle attività progettuali frutto di un protocollo d’intesa stipulato nelle scorse settimane tra il CAI SORA e il Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute UNICAS.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sora a occhi chiusi”, la città diventa più inclusiva

FrosinoneToday è in caricamento