menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grandissimo successo per la prima di Atina Jazz Winter al Palazzo Ducale Cantelmo

Una grande serata di Jazz allietata dalla voce della cantante voluta fortemente dal neo Direttore Artistico della manifestazione, Leonardo Manzari

Quella di domenica 2 febbraio 2020 è stata la prima di due grandi serate di musica targate Atina Jazz, edizione invernale, con Vittoria Siggillino presso il Palazzo Ducale Di Atina.

Una grande serata di Jazz allietata dalla voce della cantante voluta fortemente dal neo Direttore Artistico della manifestazione , Leonardo Manzari.

Il salone della storica dimora atinate era gremito in ogni ordine di posti ed in tanti hanno potuto apprezzare e soprattutto scoprire in anteprima quali saranno le linee guida dell’edizione 2020 del Festival di Atina giunto alla trentacinquesima edizione : “L’Italia in Jazz”.

Non capitava da circa un secolo, una data palindroma mondiale a due cifre: 02022020 e questa circostanza ha portato fortuna sia per l’esordio della manifestazione quanto per l’ospite di questa prima serata, l’eclettica e straordinaria Vittoria Siggillino. Scenario di una serata indimenticabile, come detto, lo storico Palazzo Ducale Cantelmo di Atina, una location vestita di luci soffuse e colma di applausi, emozioni, standing ovation e sorrisi. Vittoria si è raccontata al pubblico di Atina cantando brani composti con Ciro Di Bitonto, tra cui “Quanto costa essere donna”, “Ave Maria”, “8-otto” ed ha tributato un ringraziamento a Little Tony, con una versione swing di “Bada Bambina”, senza dimenticare Sergio Bardotti con “Quella carezza della sera”.

La Siggillino poi ha spaziato nel mondo dei brani italiani senza tempo, tra gli standards tricolori quali  “Se stasera sono qui” di Tenco, “Soli tra la gente “ di Bruno Martino, “Io che non vivo” di Pino Donaggio e i brani di Sergio Endrigo oltre a richiamare altri classici vestiti di jazz, uno fra tutti una splendida versione di “Improvvisamente” di Mina. Non sono mancati i brani che Vittoria ha cantato per il progetto Papik – “Stasera che sera” e “Stella”; quel Papik di Nerio Poggi  che sarà il protagonista della seconda data dell’Atina Jazz Winter, il prossimo 07/02/2020 alle ore 21.30 al Grey Club di Isola Liri. Vittoria Siggillino – accompagnata da Ciro Di Bitonto alle percussioni, Alessandro Talia alle tastiere e Luigi Staffieri alla chitarra elettrica – ha tagliato così il nastro dell’edizione invernale della 35^ edizione di Atina Jazz e senza ombra di dubbio ha regalato al pubblico attento e colto di Atina, un viaggio pieno di emozioni in musica attraverso le collaborazioni importanti, la ricerca umana e musicale, i consigli dei grandi maestri incontrati e anche la cronaca, materia prima della sua vita di giornalista e di donna. Vittoria Siggillino è infatti una  giornalista professionista, oltre ad essere cantante, autrice e biografa del mitico Little Tony. Un incontro in Jazz di sicuro più vicino col pubblico come si auspicava nella sua introduzione al concerto tanto il Sindaco di Atina, Adolfo Valente, che il Direttore del Festival, l’Avvocato Daniele Bartolomucci, quanto proprio il Direttore Artistico della manifestazione, Leonardo Manzari .

Il concerto di Vittoria Siggillino è stato  un ritorno alla musica italiana attraverso il jazz cantato per gli appassionati accorsi ad ascoltarla.

“L’onore assolutamente, assolutamente l’onore di aprire questo Festival” esordisce l’artista lucana intervistata prima del concerto di esordio della kermesse musicale atinate “e mi corre l’obbligo di ringraziare tutti quelli che hanno lavorato per l’organizzazione impeccabile di questa manifestazione. Ho inoltre l’onore di esibirmi con il maestro Ciro Di Bitonto il quale, onorato dell’invito atinate, si è concesso alla prima performance in pubblico con me!” ha concluso Vittoria.

Una festa in musica dunque.

Il successo è rimarcato anche dal Direttore del Festival, Daniele Bartolomucci il quale ha sottolineato come “…abbiamo deciso di organizzare il festival di concerto con la Pro Loco di Atina per non disperdere questo enorme patrimonio culturale che da 35 anni rappresenta un fiore all’occhiello per la nostra comunità. Prova ne è il fatto che il prossimo 11 febbraio al BIT di Milano la Regione Lazio presenterà il nostro Festival come una delle eccellenze turistiche regionali per il prossimo anno. Insomma siamo fieri di quanto stiamo facendo e sicuramente saremo in grado a breve di svelare, con larghissimo anticipo dunque , il cartellone del prossimo festival estivo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

  • Eventi

    Alatri, il Cristo nel Labirinto e le Mura Ciclopiche

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento