rotate-mobile
Cultura

Torre Cajetani, 6 giugno ore 17.00 Palazzo Culla inaugurazione del Museo“Sandro Massimini” Collezioni Teatrini & Marionette e Operetta del Mondo

L' erede dell’artista Sandro Massimini, Giampiero Pacifico in collaborazione con l’Amministrazione del comune di Torre Cajetani nella persona del Sindaco Dr. Maria Letizia Elementi, presso i locali del Palazzo Culla a Torre Cajetani (FR) inaugura...

L' erede dell’artista Sandro Massimini, Giampiero Pacifico in collaborazione con l’Amministrazione del comune di Torre Cajetani nella persona del Sindaco Dr. Maria Letizia Elementi, presso i locali del Palazzo Culla a Torre Cajetani (FR) inaugura ufficialmente la sede del Museo “Sandro Massimini”. Con questa iniziativa ha il piacere di ricordare l’ indimenticabile regista e artista di operette, musical e sfilate Sandro Massimini (1942-1996) a diciannove anni dalla sua scomparsa.

La preziosa collezione di teatrini - veri e propri gioielli di artigianato - ha iniziato ad essere raccolta da Sandro Massimini sin dalla sua infanzia.

Il patrimonio operettistico da lui collezionato invece è frutto di ricerche in età adulta, nei suoi viaggi per i Paesi ha riportato foto, spartiti libretti dei compositori di tutto il mondo.

La storia dell’operetta verrà illustrata da schede biografiche dei musicisti.

“Il gusto del gioco per la recitazione e la danza ha poi accompagnato Massimini per tutta la vita Nei secoli il teatrino si è animato con le più svariate forme di rappresentazione come la Commedia dell' Arte, il balletto, il dramma borghese, il teatro contemporaneo, facendosi apprezzare da nobili, dal popolo, dai bambini e dagli adulti”.

L'inaugurazione è prevista per il 6 GIUGNO, in collaborazione con

Casa Musicale Lombardo Editore, il regista coreografo Gino Landi, il sindacato IALS come sesto centro video regionale "Danzainvideo".

Il programma prevede gli interventi di Gino Landi riguardo il musical e operetta, Vittorio Zanella per le marionette e teatrini, Sonia Perrone per la moda.

L’evento rientra nelle attività del progetto Policultura Expo 2015 in collaborazione con il Politecnico di Milano, il Conservatorio G.Verdi di Milano e con una serie di eventi programmati per il rilancio dell’operetta in Italia e nel Mondo.

A Milano gli eventi saranno presentati dall’attore Christian Adorno Bard.

Questa occasione – dichiara il direttore artistico Giampiero Pacifico- è importante per avvicinare i giovani a questa antica tradizione, con la speranza che nasca in loro un desiderio di studio ed approfondimento di quest'arte che stimola l' attenzione e la fantasia anche dei più piccoli.

Il Comune di Torre Cajetani, il sindaco Maria Letizia Elementi, in questa occasione ha

l' orgoglio di poter mettere a disposizione un edificio come Palazzo Culla che ha tutte le caratteristiche per diventare un importante luogo per eventi ed animazioni artistiche a Torre Cajetani e nel suo hinterland.

Nella struttura stessa è disponibile una sala video, una terrazza panoramica, sale per corsi d'arte, (teatro e musica) e di discipline del benessere (yoga kundalini, shatzu).

LA CERIMONIA DI INAUGURAZIONE CON LA PARTECIPAZIONE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE INIZIERA’ ALLE ORE 17,00, insieme ai simpatizzanti del museo, l'istituto Alberghiero di Fiuggi, il regista Gino Landi , la direttrice artistica di Casa Musicale Lombardo Carlotta Lombardo di San Chirico, l’attore Christian Adorno Bard, gli amici dell'artista che sono in attesa di conferma tra cui il soprano argentino Graciela Dorbessan, gli attori Gabriele Villa, Marco Prosperini e Luca Simonelli ed altri personaggi noti del panorama artistico nazionale.

MUSEO SANDRO MASSIMINI:

Direttore artistico- Mostra allestimento e Conferenze & Mostra organizzazione: Giampiero Pacifico

Info 0039-347/0425858 email: prenotazioni@museosandromassimini.com

CASA MUSICALE LOMBARDO:

Stefano Sansoni- Logistica, planning, relazioni esterne; +39 3345738499

email: bucefalo1119@gmail.com

Carlotta Lombardo di San Chirico:

Ricerche storiche, relazioni esterne. +39- 329. 7712949 (English speaking)

Email: info@lombardoeditore.com

Christian Adorno Bard: Relazioni istituzionali (Ambasciate e Consolati

SANDRO MASSIMINI - LA COLLEZIONE

Sandro Massimini ha dedicato tutta la sua vita all'Operetta, perseguendo l'intento di divulgarla e di nobilitarla.

Sin dagli esordi iniziò a collezionare tutto il materiale reperibile: spartiti originali, libretti, copioni, manoscritti, foto di scena, articoli, manifesti, autografi, locandine, dischi a 78 giri talvolta diretti dagli stessi autori, piccoli gadget in uso all'epoca come

i calendarietti con le immagini dell'Operetta. Da appassionato ricercatore, visitava ogni anno le principali aste europee e nord americane come pure le librerie antiquarie da cui attingeva i pezzi più rari.E' così sorta una collezione vastissima e molto documentata. Si stima la più ampia in Italia e certamente fra le più importanti in Europa. Massimini lavorava al progetto di una mostra capace di portare alla luce il lungo e luminoso cammino operettistico. Ora Giampiero Pacifico ha realizzato questo suo sogno.

SANDRO MASSIMINI – BREVI CENNI BIOGRAFICI

Dopo le prime esperienze teatrali a Milano con Maner Lualdi e al Piccolo Teatro, a Roma con Giancarlo Cobelli, fu ingaggiato per un estate da Elvio Calderoni per recitare in “Lisbona di Notte”, “La danza delle Libellule” e “Madama di Tebe”.

Nel 1964 Massimini è protagonista al Nebbia Club assieme ad altri importantissimi nomi dello spettacolo, dall’exploit del cabaret milanese che ha il suo apice nello spettacolo “Tanto di Cappello” al “GEROLAMO” di Milano- testi di Enrico Vaime regia di Filippo Crivelli e fra gli interpreti Mariangela Melato.Frattanto incomincia una brillante carriera come regista di spettacoli di moda fino a diventare esponente principale in questo genere di lavoro. Con lui la regia di moda e la moda stessa si sono imposte e si sono fatte apprezzare in tutto il mondo. Ma il suo principale desiderio era quello di tornare sul palcoscenico dell’operetta e nel 1970 al FESTIVAL DI TRIESTE fu chiamato a sostenere la parte di Sigismondo ne “Al Cavallino Bianco” e di La gaffe ne “Il paese dei campanelli”.

Il suo contatto con il pubblico triestino fu subito un rapporto di reciproco amore e da allora non è mai mancato all’appuntamento con l’Estate Triestina. Sandro Massimini otteneva subito dalla critica, e soprattutto dal pubblico, l’appellativo di NUOVO RE DELL’OPERETTA. Spaziando dal repertorio operettistico di Paul Abraham, di cui è grande specialista (Vittoria e il suo ussaro, Fiore di Haway e Ballo al Savoy) a quello di Emmerich Kàlmàn (La duchessa di Chicago) e Franz Lehàr (La vedova allegra), ha avuto molte soddisfazioni anche nella produzione italiana e in special modo in quella di Giuseppe Pietri (L’acqua Cheta- ruolo Stinchi- e La donna Perduta- ruolo Galileo.

i suoi personaggi più riusciti) ben coadiuvato dal soprano Daniela Mazzuccato,

sua partner ideale e con cui forma una coppia che anche in televisione ha dato conferma di affiatamento e professionalità.Tornato alla televisione nel 1980, Massimini portò la sua esuberanza e il suo tipico humor nei personaggi comici che divengono, come per incanto, insostituibili beniamini del pubblico e allettano il palcoscenico con le loro trovate umoristiche.

ingresso libero

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Cajetani, 6 giugno ore 17.00 Palazzo Culla inaugurazione del Museo“Sandro Massimini” Collezioni Teatrini & Marionette e Operetta del Mondo

FrosinoneToday è in caricamento