menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valmontone, chiusura delle festività con il presepe vivente e la befana a Palazzo Pamphilj

Martedì 6 gennaio, per l’Epifania, nuova giornata di festa per grandi e piccini di Valmontone. Si inizia alle 15.30, con la tombolata dei bambini e Befana in Piazza (a Palazzo Doria Pamphilj) per proseguire, alle 17.30, con la 43esima edizione...

Martedì 6 gennaio, per l'Epifania, nuova giornata di festa per grandi e piccini di Valmontone. Si inizia alle 15.30, con la tombolata dei bambini e Befana in Piazza (a Palazzo Doria Pamphilj) per proseguire, alle 17.30, con la 43esima edizione della Sacra Rappresentazione del Presepio Vivente. Dalle 16, in piazza Umberto Pilozzi, scivoli gonfiabili per bambini aspettando le 19 per la grande conclusione con la la festa della Befana, ovvero la tradizionale polentata e falò e dolciumi per bambini a cura della Parrocchia Santa Maria Maggiore.

Particolare attesa, dopo il successo del 26 dicembre scorso, per la riproposizione del Presepio vivente. Si tratta di una tradizione che risale al 1971 quando, dopo la messa di mezzanotte di Natale, padre Annibale Mancini e dai ragazzi della gioventù francescana tennero la prima sacra rappresentazione nel chiostro del convento di Sant'Angelo. Con il passare degli anni la manifestazione si è rinnovata, ha subito cambiamenti sia nel copione che nella scenografia e nella recitazione, ma ha mantenuto inalterato il fascino accrescendo sempre più il successo e la risonanza a carattere regionale e nazionale (vale la pena ricordare che il Presepio vivente di Valmontone è stato portato anche a Roma (Piazza di Spagna e Castel Sant'Angelo) ma anche Nettuno, Segni, Greccio, Amalfi, Tursi, Matera, Assisi, Gubbio e Weiler-Simmerberg in Baviera.

Dal 1997 gli organizzatori, frati francescani e volontari, si sono costituiti in Comitato Presepio Vivente che, con l'impegno di tutti e con il sostegno dell'Amministrazione comunale, della Pro Loco e dei Frati minori del Convento di Sant'Angelo, è riuscito a dare alla manifestazione continuità e perfezione, anche nella parte recitata secondo un testo evangelico, rendendola la più antica di Valmontone.

L'appuntamento, con il Presepio vivente di Valmontone, è quindi per il 6 gennaio alle 17.30 nel convento di Sant'Angelo. Ma per trovare posto bisogna organizzarsi per tempo ed arrivare con il giusto anticipo.

"Un ringraziamento speciale - dichiara il sindaco Alberto Latini - va ovviamente al comitato, che da 43 anni rende possibile questo evento, ma anche a don Gigi che, con gli scivoli in piazza e la Befana che scende da Palazzo Doria, da quasi 20 anni rende questo giorno particolare per tutti i bambini".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento