menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Vincenzo Faustinella e all'opera “Storie di Ceprano” il Fiuggi Storia Lazio Meridionale

Menzione speciale a Gaetano De Angelis-Curtis e a Giuseppe D'Onorio ed inoltre menzione in memoriam di Giuseppe M. Firrao

Pino Pelloni, Felice Vinci, Luciana Ascarelli, Antimo Della Valle, il Vice Sindaco di Fiuggi Marilena Tucciarelli, l'Assessore al Biilancio Rachele Ludovici, il Presidente di Confcommercio Fiuggi Maria Vittoria Necci e  Maurizio Zambardi, vincitore della passata edizione, con una cerimonia svoltasi nella Sala Consiliare del Comune di Fiuggi, hanno proclamato i vincitori della XI edizione del Premio FiuggiStoria-Lazio Meridionale e Terre di Confine 2020. Il riconoscimento, voluto dallo storico Piero Melograni, è andato a Vincenzo Faustinella  per il libro “Perché andate facendo tutto questo?” (Centro Studi Storici Lazio Meridionale SEMATA) e ai cinque autori (Pier Giorgio Monti, Francesco Arcese, Aldo Cagnacci, Rocco Cassandri e Mauro Martini) di “Storie di Ceprano”  (Il Passo di Ceprano Edizioni),

Due menzioni di merito sono state attribuite a Gaetano de Angelis-Curtis per “Giovanni Moretti. Il sindaco di Esperia che denunciò le “disumane offese di scellerati invasori”” (Arte Stampa Editore 2020) e a Giuseppe D'Onorio per “I giorni dell'angoscia. Veroli e il terremoto del 1915”(Centro di studi sorani V. Patriarca). Una menzione in memoriam di Giuseppe M. Firrao autore de” La Valle di Comino” (ArpinateStampa).

L'edizione di quest'anno ha visto (su 38 titoli ricevuti) sedici libri in finale a testimoniare la vivacità della pubblicistica storiografica operante nel territorio del basso Lazio, tutta tesa tra memoria, tradizione e ricerca archivistica. E in attesa dell'Edizione nazionale (a dicembre presso Biblioteca della Camera- Palazzo San Macuto a Roma) va la nostra riconoscenza al lavoro dei collaboratori della Fondazione Giuseppe Levi Pelloni: Luciana Ascarelli, Sebastiano Catte, Annacaterina Alimenti, Anna Maria Montini, Antonio Totaro,Vera Manacorda e Margherita Ascarelli. Doveroso grazie ai sedici autori finalisti, agli editori e alle Istituzioni pubbliche e private che hanno agevolato la pubblicazione dei testi. E alle soluzioni tecniche e registiche di Pino e Federico Ambrosetti della MediaEventi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento