Ausonia, Emanuele Giglio in Lectura Dantis

L'attore romano Emanuele Giglio, dopo trent’anni di spettacoli sulla musicalità del verso in occasione dell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale presenta una Lectura Dantis in forma di concerto per voce recitante con musiche originali dei maestri Patrizia Merlotti e Luigi Marolda nel Santuario di Santa Maria del Piano di Ausonia. L'antico santuario ciociaro, dove per tradizione la Vergine apparve e parlò per la prima volta, il 30 dicembre risuonerà dei versi di Dante Alighieri per il Natale ausoniese.

La scelta dei canti segue un criterio riassuntivo dell’intero viaggio: Paolo e Francesca, la ridda di diavoli in Malebolge, Ulisse, il Conte Ugolino, Matelda immagine dell’eterno femminino in cui si trasfigura l’umana bellezza e l’altissima preghiera alla Vergine di San Bernardo che prelude alla vision divina, la vista dell’inesprimibile che conclude la commedia.

Giglio, attore-artifex, intende restituire nell’esecuzione l’originaria musicalità dell’endecasillabo dantesco, concentrando quella spinta verticale (matrice di tutta la sua ricerca teatrale) in cui il verso si rende pura vertigine sonora.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Cassino, presentazione della casa rifugio per donne vittime di violenza

    • solo domani
    • Gratis
    • 26 novembre 2020
    • diretta streaming
  • Arpino, in giro nella patria di Cicerone

    • 29 novembre 2020

I più visti

  • Il grande anello del Petrella e del Redentore tra briganti, guerre e streghe

    • solo domani
    • 26 novembre 2020
    • Anello del Petrella e del Redentore
  • Cassino, "Abitò Con Sé Stesso"

    • dal 17 ottobre 2020 al 28 marzo 2021
    • Museo dell'abbazia di Montecassino
  • Cassino, presentazione della casa rifugio per donne vittime di violenza

    • solo domani
    • Gratis
    • 26 novembre 2020
    • diretta streaming
  • Il tetto dei Lucretili: Monte Pellecchia

    • 29 novembre 2020
    • Monte Pellecchia e Monte Gennaro
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FrosinoneToday è in caricamento