Escursione alla Grotta dello Schievo e Lago Vivo

La Grotta dello Schievo, situata nel cuore del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, è davvero un angolo di paradiso. Un tempo nascosta e quasi inaccessibile, oggi è meta di “pellegrinaggio” per escursionisti e turisti. Un itinerario fatato tra cascatelle e fauna selvatica, accompagnati dal suono del fiume e dalle “visioni” nascoste nel bosco del Parco.

Durante la stagione primaverile questo luogo regala uno spettacolo meraviglioso, tra colori, luci e rumori della natura. Si raggiunge da Barrea, in provincia dell’Aquila, percorrendo il sentiero K3 in cui scorre il Rio Torto. Il percorso inizia in corrispondenza di una curva sula Strada Provinciale 83 Marsicana prima di Barrea sul lato sinistro provenendo da Civitella Alfedena. La strada sterrata è difficile da percorrere con l’auto ma è possibile parcheggiare in prossimità dell’ingresso del sentiero. Per ammirare le cascate e dirigersi alla grotta, a quota 1500 metri, bisogna salire sul fianco del Serrone, un ammasso roccioso che sfiora i 1800 metri.A quota 1317 ci si allontana dal sentiero e si raggiunge prima le cascate del Rio Torto e subito dopo la grotta. All’interno, nella parete opposta all’ingresso e ad un’altezza di circa 5 m, c’è un grosso foro dal quale esce, in modo variabile a seconda delle piogge stagionali, un getto d’acqua gelida e cristallina che va a formare un laghetto dentro la grotta. Da qui è possibile arrivare al bellissimo Lago Vivo al cospetto di Monte Petroso, la vetta del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Il nome “vivo” deriva dal fatto che il lago cambia continuamente le proprie dimensioni in base alle stagioni.

Ritrovo: ore 8:00 Sora (Caffé Dantan)

 Difficoltà: EEAI

 Dislivello: 750 m circa

 Distanza: km 13,000 circa

 Durata: 7 ore totali comprese soste

 Tipo percorso: sentiero e bosco innevato

 Abbigliamento e attrezzature obbligatorie: ciaspole, scarpe da escur-sionismo, maglia e giacca, cappello, guanti, mantella antipioggia, spuntino, pranzo al sacco, acqua, bastoncini (facoltativi)

 Prenotazione: messaggio (sms, whatsapp, telegram) al 329 1242393 entro le ore 12 del giorno antecedente l’escursione. Qualora sia la prima uscita con la Compagnia dei Viandanti indicare nome, cognome, luogo e data di nascita.

 Quota di partecipazione: adulti € 10,00 - minori € 3,00» Quota di partecipazione soci «Compagnia dei Viandanti»: adulti € 5,00 - minori € gratuita» La quota comprende: organizzazione, guida, assicurazione responsabilità civile verso terzi, polizza infortuni individualeResponsabile dell’escursione: Stefano Gaetani, iscritto al registro delle Guide Ambientali e Escursioniste presso il Ministero dello Sviluppo Economico con codice LA372

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Escursioni, potrebbe interessarti

  • I fortini Tedeschi di Monte Cifalco

    • 27 febbraio 2021
    • Monte Cifalco
  • Storia di un vulcano che dorme, geotrek del Monte Tuscolo e Salomone

    • 27 febbraio 2021
    • Monte Porzio Catone
  • Monti Romano e Peschio, storie di terra, salsedine e anarchia tra capelli di briganti

    • 28 febbraio 2021
    • Sonnino

I più visti

  • Cassino, "Abitò Con Sé Stesso"

    • dal 17 ottobre 2020 al 28 marzo 2021
    • Museo dell'abbazia di Montecassino
  • I fortini Tedeschi di Monte Cifalco

    • 27 febbraio 2021
    • Monte Cifalco
  • Visita guidata all'Abbazia di Casamari

    • 28 febbraio 2021
    • Abbazia di Casamari
  • Storia di un vulcano che dorme, geotrek del Monte Tuscolo e Salomone

    • 27 febbraio 2021
    • Monte Porzio Catone
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    FrosinoneToday è in caricamento