Alatri, mostra "Le ore e il tempo" di Luigi Fiorletta

Sabato 15 febbraio alle ore 17:00, verrà inaugurata presso il chiostro di San Francesco la mostra dedicata all’artista Luigi Fiorletta dal titolo “le ore e il tempo”. La mostra, progettata e realizzata dalla NewArt2000 eventi & comunicazione in collaborazione con il Comune di Alatri - Assessorato alla Cultura e resa possibile con la collaborazione di Intersezioni Arte Contemporanea, del Museo FRaC di Baronissi e dell’Automobile Club di Frosinone è curata da Massimo Bignardi, Sergio Gaddi e Marco Tonelli.

L’esposizione di Luigi Fiorletta, presenta ventiquattro grandi tecniche miste su tavola, realizzate dall’artista in questi ultimi tre anni. Un ciclo dedicato al tempo, quello che cadenza, dall’arrivo della notte all’ora del Vespro, la vita dell’uomo. Sono composizioni che lasciano percepire i diversi tempi della narrazione che attraversa l’intero ciclo. Determinante è il colore: saturo, non additivo, iridescente, un colore che contribuisce a sostenere e a dare energia al movimento geometrico che fa da trama ai dipinti.

“Nelle prime opere del ciclo, realizzate nel 2017 – scrive Massimo Bignardi nel catalogo –, Luigi insisteva maggiormente su composizioni monocrome, bianco su bianco (chiaramente non accecante come il bianco di zinco ma ovattato): esse segnalavano la decisa volontà di affidare l’impianto compositivo al gioco tessuto dai piani, quindi dalle ombre che contribuivano a scandire, anche grazie ad una sapiente gestione dei sottosquadri, gradienti di luminosità, tali da rendere una più definita percezione dell’effetto plastico. In esse il dettato geometrico, articolato in verticale da frecce che alternano giochi di triangoli con i vertici contrapposti, risponde all’idea di decoro architettonico, ove il colore bianco suggerisce la parete, l’intonaco, lo stucco per esso il movimento dei rilievi – indubbiamente privi di margini figurativi – recuperando l’autenticità e il valore della decorazione. In quelle successive, ma a partire dallo stesso anno, l’introduzione del colore, sui toni chiari quasi pastello, già sovvertiva l’impianto originario. È un colore steso su piani estremamente levigati, azzerando il più possibile la texture della materia cromatica, originando una luminosità ovattata da un’aura dorata”

La mostra resterà aperta fino a domenica 15 marzo.

Chiostro di San Francesco, Alatri, piazza Regina Margherita
aperto dal martedì alla domenica:

mattina orario 10:00/13:00;
pomeriggio orario 16:00/19:30;
lunedì chiuso.
 

"Art car"


Domenica 16 febbraio dalle ore 10:00, a cura dell’Automobile Club di Frosinone, in piazza Santa Maria Maggiore di Alatri verrà allestito, secondo uno schema ben preciso che vuole scandire “le ore e il tempo” in relazione con la mostra allestita nel chiostro di San Francesco, un’importante raduno di automobili storiche. Per l’occasione l’artista Luigi Fiorletta presenterà un intervento di “Art Car” su una Giulia Alfa Romeo del Gruppo Eco Liri.

Un esempio di ciò è quello che è nato dall’incontro tra il mondo dell’arte e quello delle quattro ruote: oggetti di utilizzo comune come le auto che possono diventare autentiche opere d’arte. La storia è piena di esempi di vetture meravigliose, diventate poi delle vere e proprie espressioni artistiche. 

Un primo esempio di incontro tra arte e auto risale già alla nascita dei primi esemplari di vettura: il movimento del Futurismo con la sua esaltazione della modernità e della velocità, prese come punto di riferimento le automobili dell’epoca facendole diventare dei simboli di ingegno e progresso tecnologico. In questo modo veniva inaugurata l’epoca dell’automobile come sinonimo di libertà e indipendenza, non un semplice mezzo di trasporto qualunque, ma una compagna di viaggio. Facciamo ora un salto fino agli anni ’70 per parlare di un’iniziativa lanciata dalla BMW che propose a diversi artisti di personalizzare i suoi modelli: quest’iniziativa ebbe talmente successo da riuscire a coinvolgere molti artisti, tra cui anche Andy Wharol, dando vita alla collezione BMW Art Cars: 19 auto uniche nel loro genere che portano la firma di altrettanti artisti contemporanei. Una collezione di modelli di auto dipinte come fossero tele su cui geni dell'arte mondiale hanno espresso e continuano a esprimere la loro creatività. L'ultimo capolavoro, in ordine di tempo, è firmato Robin Rhod. Ma nel corso degli anni Andy Warhol, Alexander Calder, Frank Stella, Roy Lichtenstein e molti altri hanno creato la propria opera d'arte sul telaio di una Bmw, da corsa e non. Capolavori di ingegneristica, di meccanica e di bellezza.
 

“Un’occasione per presentare nella Città di Alatri questa mostra – evidenziano Giuseppe Morini Sindaco di Alatri e Carlo Fantini Delegato alla Culturasegnala ulteriormente quanto sia il raggio di attenzione che la Città di Alatri porge alle realtà artistiche locali operanti sia nell’area nazionale che in quella internazionale, cioè, quel tendere verso una dialettica che tiene insieme sia aspetti dell’attualità, com’è per questi appuntamenti, sia le metodologie di ricerca che si rapportano con altri linguaggi dell’arte”.
 

Biografia dell'artista
 

Luigi Fiorletta, nato ad Alatri nel 1953, vive e lavora a Frosinone. Docente della cattedra di Decorazione dal 1974 al 2018 nelle Accademie di Belle Arti di Frosinone, Bari, Napoli e Frosinone. Già Docente alla cattedra di Decorazione e Coordinatore e della scuola di specializzazione in Eventi Artistici e Culturali, Accademia di Belle Arti di Frosinone. Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone 2012/2018. Presidente dell’associazione culturale NewArt2000 eventi & comunicazione. Referente in Italia della Successió Miró di Palma de Mallorca. Direttore Artistico, ideatore e curatore della Rassegna Internazionale d’Arte Contemporanea “Incontro Giovani Artisti” dal 1985 (11 edizioni annuali di cui 5 internazionali) progetto per la promozione delle nuove generazioni artistiche. Membro della Commissione del Ministero per gli Affari Esteri per l’organizzazione di “Campus di giovani artisti” realizzati in ambito Internazionale con la Grecia 1986, la Polonia 1987, la Romania 1993 e la Spagna 1992 1994 1996. Organizza i due Convegni Nazionali 1987 e 1989 “Una riforma improrogabile” nel Palazzo della Provincia di Frosinone, dedicati alla Riforma Universitaria delle Accademie di Belle Arti per la definizione della Legge 508. Dal 2012 al 2018 ideatore e curatore della Rassegna “I giovedì dell’accademia” ciclo di conferenze con personaggi del mondo della cultura che spaziano dalle arti visive alle discipline dello spettacolo, dall’alta tecnologia al giornalismo, promossa dall’Accademia di Belle Arti di Frosinone. Fonda il MACA Museo Arte Contemporanea Accademia, Accademia di Belle Arti di Frosinone. Direttore artistico e curatore di Grandi Eventi di Arte Contemporanea. Le ore e il tempo, Museo FRaC di Baronissi 27 ottobre – 11 novembre 2019. XXXII Biennale d’Arte contemporanea, “Forme e figure dell’immaginario” Alatri, 6 giugno – 6 settembre 2015, Chiostro di San Francesco. Giovanni Albanese, Iginio de Luca, Emanuela Fiorelli, Licia Galizia, Carlo Pizzichini, Paolo Radi; “LlorensMiróArtigas – la tradizione moderna della ceramica” Mostra Evento – Museo Civico città di Veroli dicembre 2012 febbraio 2013; “La foresta pietrificata” Mostra Evento Franco Marrocco – Chiostro di San Francesco Alatri, agosto – settembre 2012; Joan Gardy Artigas, “I colori del fuoco” Mostra Evento – Ceramiche, sculture e dipinti, Camera di Commercio città di Frosinone 23 febbraio – 25 marzo 2012; “AnimaliA, arte del riciclo” Mostra Evento Casa dell’Architettura – Acquario Romano, Roma, 7 – 21 luglio 2011; “AnimaliA” 40^ edizione del Giffoni Film Festival, della Scuola di Decorazione dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone, Convento di San Francesco, Giffoni Valle Piana, 18 – 31 luglio 2010. “Decoro nel tempo, 19742009” Trentacinquennale della Scuola di Decorazione dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone, Galleria Aletrium, Chiesa dei Padri Scolopi, Chiostro di San Francesco, Alatri, 24 ottobre 22 novembre 2009. “Magritte, l’impero delle luci”, collabora con Sergio Gaddi per la realizzazione della mostra, Villa Olmo Como, 25 marzo – 16 luglio 2006. “Picasso, la seduzione del classico”, (curatore con Massimo Bignardi e Maria Lluïsa Borràs), Villa Olmo Como, 18 marzo – 17 luglio 2005. “Picasso, i luoghi e riti del mito”, (curatore con Massimo Bignardi), Complesso Monumentale di Santa Sofia Salerno, 18 Dicembre 2004 – 13 marzo 2005. “Joan Miró alchimista del segno”, (curatore con Massimo Bignardi e Maria Lluïsa Borràs), Villa Olmo – Como, 15 marzo 6 giugno 2004. Insignito del Premio Europa Internazionale per La Cultura Contemporanea 2002 – XXIII^ edizione. Il 26 ottobre 2002 presso l’Aula dei Convegni del Collegio San Giuseppe Istituto de Merode (Piazza di Spagna) Roma. “Mediterraneo Miró”, (curatore con Massimo Bignardi), Complesso Monumentale di Santa Sofia – Salerno, 16 novembre 2002 19 gennaio 2003. “Joan Miró. De la figuration au geste”, Chateau de Tours – Tours (Francia), 27 ottobre 2001 27 febbraio 2002. XXVIII Biennale d’Arte Contemporanea di Alatri 2001/2002, Chiostro di San Francesco, “Joan Miró. Dalla figurazione al gesto”. Terza Rassegna Nazionale “Accademie di Belle Arti”, Chiostro di San Francesco. “UniversoMiró”, Complesso Monumentale del San Giovanni, Catanzaro, 2 dicembre 2000 25 febbraio 2001. XXVII Biennale d’Arte Contemporanea di Alatri 1998/2000, Chiostro di San Francesco, “tuttoNespolo”, mostra antologica; Mario Giacomelli, “Bando”, Palazzo Conti Gentili; “Aspetti del Contemporaneo”, Palazzo Conti Gentili, Roberto Almagno, Ciriaco Campus e Ignazio Gadaleta. Seconda Rassegna Nazionale “Accademie di Belle Arti”, Chiostro di San Francesco. Antologica di Andrea Volo, “Un lungo viaggio in arte” 1997, Chiostro di San Francesco, Alatri. XXVI Biennale d’Arte Contemporanea di Alatri 1996/1998, Nicola Carrino, “Progetto Alatri”, Chiesa dei Padri Scolopi e piazza Santa Maria Maggiore, mostra antologica di scultura; “Tendenze del Contemporaneo” Chiostro di San Francesco; “Cigarrillos Paris” 1900/1901, Museo Civico, palazzo Gottifredi. Prima Rassegna Nazionale “Accademie di Belle Arti”, Chiostro di San Francesco.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

I più visti

  • Le quattro ere di Anagni

    • dal 19 settembre al 10 ottobre 2020
    • centro storico
  • Anagni, "I Love Reptiles "

    • da domani
    • dal 26 al 27 settembre 2020
    • Centro sportivo Anagni basket
  • Frosinone, un giorno da supereroi

    • solo oggi
    • 25 settembre 2020
    • Isola che c'è - animazione
  • Castelliri, Tarantelliri festival 2020

    • solo domani
    • 26 settembre 2020
    • parco eventi "E. Macci"
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FrosinoneToday è in caricamento