Veroli, in scena "Natale in casa Cupiello"

Il Natale del Teatro Comunale di Veroli offre agli appassionati una vera perla, un classico d’autore imperdibile, da vedere o rivedere sempre con gusto. Domenica 22 dicembre alle ore 18.00, gli attori dell’Associazione Culturale Le Streghe, produzione  LAB, si misureranno con il Guru del Teatro, il compianto Eduardo de Filippo con uno dei classici più amati “Natale in casa Cupiello”.

Un originale riadattamento della famosa commedia che però restituisce fin nelle più segrete pieghe la straordinaria umanità del testo che affonda nell’amarezza, nella disillusione, nella solitudine, l’origine di una popolarità nobile e premonitrice. E’il vissuto d’una famiglia che si dibatte tra povertà e immaturità psicologica. Una commedia di umorismo tragico, dove le trovate irresistibili e la maschera si mescolano a tensioni umane profonde, legate a una convivenza logora e forzata, priva d’ascolto e di dialogo. Altri tempi. Altri valori umani. Quando  la vita scorreva con altri ritmi e nei rioni i rapporti erano caldi, sinceri, familiari. Quando il regno più solido era la Famiglia, il Presepe un’istituzione, il Natale la Festa. Da tali spunti si è snodato il genio di Eduardo De Filippo, tra il serio ed il faceto, la risata e la timida lacrima. Una teatralità che sì, fa pensare al dramma che ovatta la storia, ma che di fatto non viene mai soffocata grazie alle vicissitudini della famiglia Cupiello, spassosa e indiscutibile pietra miliare del teatro e della storia artistica napoletana. In un percorso di crescita che ha visto gli attori del LAB accostarsi ad autori come Goldoni, Garcia Lorca,  Schwarz e Pirandello, Eduardo rappresenta il tentativo massimo di realizzare un teatro sia popolare e raffinato che attuale e visionario al tempo stesso. Ed è quindi a Eduardo stesso, Maestro vero, che gli attori, idealmente, dedicano questa loro messinscena.

"Natale in casa Cupiello è una delle prime grandi commedie di Eduardo; rivedendola oggi, ci tocca in modo quasi magico (e forse per questo ci mette d'accordo) perché è una non-storia, che esce dai confini del verosimile e della descrizione per arrivare nel territorio della visione e del simbolo. Poche volte come nel Natale, la ricerca di Eduardo sa far coincidere la carica delle emozioni e la sottile truccatura comica della fantasia" (Renzo Tian). Con Manuel Caruso, Veronica Picchi, Lorenzo sisti, Mara Pennacchio, Giovanni Marinelli, Mauro Valeri, Simone Nice, Alex Ungureanu, Luciano Fiorini, Antonella Pischedda, Graziella Caliciotti, Giovanni Pizzuti, Alessio incitti, Giorgia Campioni, Alice Rossini; regia di Cataldo Nalli.Questo Natale si è presentato come comanda Iddio. Co' tutti i sentimenti si è presentato”. Buon Natale dal Teatro Comunale di Veroli. 

BIGLIETTO UNICO  € 8.00

 Gradita prenotazione

TELEFONO:

ENRICO 3409109655

FABRIZIO 3891762555

EMAIL:

duecento22artiespettacolo@gmail.com

teatrocomunaleveroli2019@gmail.com

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • San Cesareo,torna in scena "Pinocchio"

    • dal 12 settembre al 11 ottobre 2020
    • Teatro "Giulanco" di S. Cesareo

I più visti

  • Le Gole di Celano, la Fonte degli Innamorati e il monastero di San Marco

    • solo domani
    • 20 settembre 2020
    • Gole di Celano
  • Esperia, festival della preistoria 2020

    • oggi e domani
    • Gratis
    • dal 19 al 20 settembre 2020
  • Le quattro ere di Anagni

    • dal 19 settembre al 10 ottobre 2020
    • centro storico
  • Segni, 1° Festa della birra artigianale

    • Gratis
    • dal 18 al 19 settembre 2020
    • Pizza Risorgimento
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FrosinoneToday è in caricamento