Lunedì, 15 Luglio 2024
Università

Mondi virtuali, diritti reali: la giornata studio promossa da Unicas sul rapporto tra i social media e i giovanissimi

Il 7 febbraio più di 300 studenti delle scuole secondarie di primo grado saranno ospitati presso l’Aula Magna del Campus Folcara

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

Non si sono ancora spenti i riflettori sulla ricerca effettuata dal Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale coordinata da Simone Digennaro - su un campione di oltre 2500 ragazzi di età compresa fra gli 11 e i 13 anni. I dati, ripresi dai media nazionali, hanno aperto un grande dibattito, evidenziando come l’88% degli under 14, senza variazioni significative sulla base del sesso, usa con regolarità i social network, e questo nonostante il limite di età per accedere alle piattaforme di condivisione e di messaggistica sia fissato per legge a 14 anni.

La ricerca ha, inoltre, messo in luce come l’app di messaggistica WhatsApp, a pari merito con Tik Tok siano tra le piattaforme più utilizzate, e che la condivisione di foto e video personali sia ampiamente diffusa, con evidenti criticità in termini di privacy e tutela dei diritti dei minori. “Conclusasi la fase di divulgazione – afferma Digennaro – si apre ora una nuova fase più informativa, rivolta alle scuole e alle famiglie. Per questo, abbiamo voluto fortemente organizzare una giornata studio rivolta ai veri protagonisti della ricerca: i pre-adolescenti. Sarà un momento in cui poter dibattere e confrontarsi con i giovani di oggi, per capire il loro punto di vista e per meglio comprendere il rapporto tra la vita reale e la vita virtuale”

La preadolescenza è una fascia d'età centrale nel processo di crescita e maturazione individuale. Un periodo di vita in cui, nonostante le normative e le restrizioni esistenti, il vissuto nel mondo virtuale si fa frequente oltre che saliente. “Vita reale e vita virtuale – commenta Digennaro - si intrecciano in maniera indissolubile, restituendo delle forme esistenziali che sono uniche nella storia dell'umanità. Occorre riflettere sul cambiamento epocale che sta interessando i giovani, per comprenderne gli effetti e per sviluppare delle politiche pubbliche e delle strategie educative che possano salvaguardare il benessere delle nuove generazioni. All’iniziativa hanno aderito l’IC Cassino 1, l’IC Cassino 2, IO di Roccasecca, l’IC di Ceccano 1, l’IC di Ceccano 2, l’IC di Aquino e l’IC di Sant’Elia Fiumerapido. Si tratta di scuole con le quali l’Ateneo ha da tempo avviato una stretta collaborazione sui temi delle povertà educative e sullo sviluppo di nuove e innovative strategie educative. “Da sempre, come Ateneo – commenta Digennaro – diamo una grande priorità alla collaborazione con le realtà territoriali. Cerchiamo di essere un Ateneo a vocazione territoriale e con un respiro nazionale e internazionale. In particolare, con il gruppo di ricerca che ho il piacere di coordinare ci impegniamo a sviluppare ricerca di qualità che sia in grado di determinare un reale e concreto cambiamento sociale per la comunità”.

L’evento vedrà la partecipazione della Cooperativa EDI, partner scientifico dell’iniziativa. Si tratta di un’organizzazione nazionale che attraverso la stretta collaborazione con Save the Children si pone all’avanguardia sul tema della tutela dei diritti dei minori. Interverranno, inoltre, la Maestra Marisa Coia e le prof.sse Eglandina Di Leone e Marica Ciccarelli: attraverso il loro intervento verrà approfondito l’importante ruolo della scuola. Sul programma il prof. Digennaro ha, poi, voluto aggiungere: “Ci tengo a ringraziare personalmente le Dott.sse Alice Iannaccone, Lidia Piccerillo, Alessia Tescione e Angela Visocchi per il fondamentale contributo che hanno dato alla realizzazione della ricerca. Vorrei, inoltre, ringraziare il dott. Daniele Cicci per aver brillantemente coordinato l’organizzazione dei lavori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondi virtuali, diritti reali: la giornata studio promossa da Unicas sul rapporto tra i social media e i giovanissimi
FrosinoneToday è in caricamento