Cave, da oltre 24 ore a fuoco una discarica abusiva in Via della Ripa, tenuta sotto controllo di Vigili del fuoco e  Protezione Civile

Dalla notte di sabato si è sviluppato un incendio ad una discarica abusiva che ancora arde e le cui fiamme sono sotto controllo in agro di Cave tra San Bartolomeo e Colle Palme.

Incendio discarica Colle Fagiolara 4

Dalla notte di sabato si è sviluppato un incendio ad una discarica abusiva che ancora arde e le cui fiamme sono sotto controllo in agro di Cave tra San Bartolomeo e Colle Palme.

L’incendio doloso, perché è scoppiato alle 2 dell’altra notte, nel pomeriggio di domenica è ancora vivo anche se circoscritto grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco di Palestrina, della Protezione civile di Cave, di quella regionale, che nel giro di neanche un quarto d'ora già erano sul posto. Sta ancora andando a fuoco del materiale inquinante, come dei vecchi pneumatici ed è dovuta intervenire anche la Guardia Forestale di Palestrina, che ha già rimesso un dettagliato rapporto al magistrato di turno di Tivoli, per le indagini del Caso.

Sin da subito sul posto si sono portati anche gli amministratori comunali di Cave a cominciare dal Sindaco Lupi, tra i primi ad arrivare, per cercare di far muovere la protezione civile locale che è giunta in modo tempestivo. Le fiamme si sono potute contenere e adesso sta andando a fuoco quello che è rimasto.

Che l’incendio sia doloso non c’è ombra di dubbio. Si deve accertare se sia stato il padrone del terreno, poiché si tratta di una discarica a cielo aperto, nata spontaneamente sul quel terreno, o persone incivili che hanno dato fuoco a qualche gomma. “Sento il dovere di ringraziare i Vigili del Fuoco e i ragazzi della Protezione Civile - ci dice subito il Sindaco Angelo Lupi - i quali neanche un quarto d’ora dopo che è arrivata la chiamata sono giunti sul posto e si sono messi subito all'opera. Per fortuna il fuoco è circoscritto - ci dice ancora Lupi- ed abbiamo dato dimostrazione come la nostra Unità di Crisi, si sia mossa nel breve volgere di qualche minuto, unitamente a tutta la Protezione Civile della Regione Lazio. Purtroppo, ci troviamo di fronte a persone incivili che non pensano al danno ambientale arrecato.

Ora si attendono le decisioni del giudice incaricato di seguire queste indagini, ma molto probabilmente l’area sarà posta sotto sequestro dopo di che interverrà anche l’Amministrazione Comunale che si è detta pronta a costituirsi parte civile contro colui o coloro che hanno provocato questo danno ambientale ingente che ha messo in serio rischio gli abitanti di Colle Palme e San Bartolomeo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento