Green

Ciampino, il comune respinge il piano di interventi di AdR per contenere il rumore dell'aeroporto. Le reazioni: Refrigeri, Palozzi e Lupi

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: “Il Consiglio Comunale ha rigettato il piano degli interventi di contenimento e abbattimento del rumore, derivante dal traffico di origine aeronautico, presentato dalla Società Aeroporti di Roma, ritenendo la proposta non...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Il Consiglio Comunale ha rigettato il piano degli interventi di contenimento e abbattimento del rumore, derivante dal traffico di origine aeronautico, presentato dalla Società Aeroporti di Roma, ritenendo la proposta non accoglibile tenendo conto soprattutto della valutazione di ARPA Lazio". È quanto dichiara il Vice Sindaco Carlo Verini al termine della seduta del Consiglio comunale.



"Il piano di AdR - spiega l'Assessore all'Ambiente, Guglielmo Abbondati - indica, come prima misura di riduzione alla fonte, una diversa procedura sperimentale di volo degli aeromobili, che di fatto non produce effetti rispetto al superamento dei limiti di rumore prodotto dall'attività aeroportuale sul territorio comunale, certificati nella zonizzazione acustica dello scalo 'G.B. Pastine' approvata in sede di conferenza dei servizi nel luglio del 2010".



"Di conseguenza - continua Abbondati - i successivi interventi sui ricettori, come doppi o tripli vetri indicati dal piano come misure di mitigazione sugli edifici maggiormente esposti al rumore, senza peraltro indicazione specifiche su modalità, priorità e costi degli interventi, risultano del tutto inadeguati rispetto alle finalità e agli obiettivi che la legge fissa per i piani di risanamento".



"Per il Comune di Ciampino - conclude il Vice Sindaco Verini - l'unica misura efficace e credibile resta la riduzione dei voli, secondo lo scenario ipotizzato da Arpa Lazio, che ha indicato in 60 movimenti/giorno l'attività aerea possibile peri il rispetto dei valori limite del rumore aeroportuale. Per questo chiediamo alla Regione Lazio la costituzione di un tavolo di lavoro con tutti i soggetti coinvolti nella gestione dello scalo 'G.B.Pastine', le amministrazioni di Ciampino, Roma e Marino, le associazioni e i comitati dei cittadini, perché vengano fissate modalità e tempi certi affinché sia garantito il rispetto dei valori limite previsti dalla normativa e siano finalmente tutelate la qualità ambientale e la salute di questa comunità".


AEROPORTO CIAMPINO, REFRIGERI: SUBITO UN TAVOLO CON ADR



L'inquinamento prodotto dall'aeroporto di Ciampino è stato al centro dell'audizione che si è svolto oggi nella commissione Ambiente del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Enrico Panunzi (Pd).

Per quanto riguarda la situazione dell'aeroporto di Ciampino sono intervenute le amministrazioni locali interessate. In particolare il vicesindaco di Ciampino, Carlo Verini, e l'assessore all'ambiente Guglielmo Abbondati, hanno spiegato che proprio ieri il consiglio comunale ha dato parere contrario al piano di abbattimento del rumore presentato dalla società Aeroporti di Roma, perché - hanno dichiarato - "non affronta il primo obbligo prescritto dalla legge". Secondo gli amministratori locali servono interventi diretti sulla fonte del rumore mentre Adr propone una semplice modifica delle traiettorie di atterraggio e decollo. "Niente si dice sul numero giornaliero di voli - hanno spiegato - l'unica maniera per ridurre davvero il rumore. "La Regione deve intervenire per evitare ulteriori perdite di tempo".

Il presidente del consiglio comunale di Marino, Stefano Cecchi, ha chiesto che "la Regione istituisca un tavolo tecnico per definire una volta per tutte il numero di voli che si possono effettuare ogni giorno all'aeroporto Pastine". D'accordo anche Susana Fantino, presidente del VII Municipio di Roma: "Dobbiamo capire quali sono gli strumenti per decidere in fretta".

"Decine di migliaia di persone sono colpite da questa situazione: le case di Ciampino - tutte dotate di licenza edilizia - sono a 150 metri dalla pista. C'è una situazione di diffusa illegalità - hanno rincarato la dose i cittadini del Comitato per la riduzione dell'impatto ambientale - il numero dei voli deve tornare ai livelli del 2001".

L'assessore regionale all'Ambiente, Fabio Refrigeri ha confermato che i dati di Arpa dimostrano che gli interventi proposti da Adr non sono sufficienti: "Dobbiamo ridurre i tempi, costituiamo subito il tavolo tecnico, appena arrivati tutti i pareri dei Comuni interessati". L'assessore alla Mobilità, Michele Civita ha ricordato che nel piano nazionale, in discussione in questi mesi, l'aeroporto di Ciampino viene declassato: "I voli vanno spostati a Fiumicino, questa situazione non è più sostenibile".




AEROPORTO CIAMPINO, PALOZZI: "BENE REFRIGERI E CIVITA. ORA INSIEME CONTRO PIANO ADR"


"Si è conclusa pochi istanti fa l'audizione in commissione Ambiente sull'inquinamento prodotto dall'aeroporto di Ciampino. Sono soddisfatto per la presa di posizione degli assessori regionali Refrigeri e Civita, che hanno ascoltato e recepito le sollecitazioni dei cittadini, dei Comuni di Ciampino e Marino e del VII Municipio capitolino. Si sta procedendo tutti insieme, oltre le differenze ideologiche, per salvaguardare la tutela ambientale e il diritto alla salute delle popolazioni limitrofe il "Pastine" e per contrastare lo scandaloso piano di contenimento del rumore presentato da AdR. Sono completamente d'accordo con gli amministratori Abbondati, Verini, Cecchi, Fantino e con il comitato cittadino per la riduzione dell'impatto ambientale: è necessario costituire velocemente un tavolo tecnico con Aeroporti di Roma e ridurre il traffico aereo sull'aeroscalo castellano. Dopo Ciampino, entro il 28 febbraio anche i consigli comunali di Roma e Marino prenderanno ufficialmente posizione contro gli interventi proposti da AdR. Si sta per aprire un'altra partita e AdR, nolente e volente, deve rendersene conto. Questa battaglia di civiltà, iniziata in simbiosi con Ciampino quando ero sindaco di Marino, deve essere vinta a tutti i costi". Così il consigliere regionale di Forza Italia, Adriano Palozzi, vicepresidente della commissione Ambiente del consiglio regionale del Lazio



REGIONE LAZIO, LUPI (PD): "LA REGIONE PRENDA ATTO DEL RIGETTO DEL PIANO ADR SUL PASTINE DA PARTE DEI COMUNI"



Il Consigliere Regionale Simone Lupi (Pd), Vice Presidente della Commissione Bilancio, ha partecipato oggi pomeriggio all'audizione in Commissione Ambiente del Consiglio Regionale del Lazio dei Comuni di Ciampino e Marino sul Piano di Riduzione del Rumore per l'aeroporto di Ciampino "Pastine" presentato da ADR e su cui i comuni ed il VII municipio del Comune di Roma si stanno esprimendo.



"Abbiamo ascoltato con profonda attenzione gli interventi dei sindaci e dei comitati di cittadini sui problemi legati al traffico aereo, per la cui soluzione mi sono battuto in tutta la mia esperienza consiliare e da Sindaco - ricorda il consigliere democratico - Oggi abbiamo approfondito nel merito il piano presentato e le motivazioni del rigetto che i comuni di Ciampino e Marino stanno votando nei loro consigli comunali e per cui la Commissione Ambiente del Comune di Roma Capitale ha già dato parere negativo."



"All'audizione hanno partecipato anche gli assessori Civita e Refrigeri, che hanno dimostrato l'attenzione necessaria alle richieste dei cittadini. Ora la Regione prenda atto del rigetto del piano da parte dei comuni e istituisca quanto prima il Tavolo tecnico, come annunciato dall'Assessore Refrigeri, perché l'unica soluzione è la riduzione dei voli su Ciampino"




© Riproduzione riservata

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciampino, il comune respinge il piano di interventi di AdR per contenere il rumore dell'aeroporto. Le reazioni: Refrigeri, Palozzi e Lupi

FrosinoneToday è in caricamento